Inter, Icardi all’angolo: Juve bloccata. E il Napoli gli lancia l’ultimatum

Si sono capovolti i ruoli in una settimana. Ora i nerazzurri possono ‘gestire’ senza fare sconti

Come un contropiede dei suoi in campo aperto, ma stavolta Mauro Icardi lo subisce dai colori di cui è stato a lungo capitano. Nel giro di una settimana, tra l’acquisto di Lukaku e il possibile arrivo di Alexis Sanchez, Marotta (che pensa anche allo svincolato Llorente come vice-Lukaku) si è piazzato in una posizione di forza, ribaltando le gerarchie: ora è l’Inter a gestire la vicenda senza grosse pressioni e col tempo non più scomodo rivale.

Marotta, Ansa

Mauro vuole la Juve, ma non c’è spazio

E così, mentre Wanda Nara convoca i suoi legali per ‘imporre’ all’Inter di integrare Maurito nelle sessioni di tattica, l’attaccante resta nella classica prigione dorata. Dalla quale vorrebbe evadere per diventare bianconero, ma la Juve, con Dybala che si batte il pugno sullo stemma e Higuain che non lo fa ma la pensa uguale, non può muoversi. E anche lo scambio Icardi-Dybala, in questo momento, è più chiasso mediatico che altro. Almeno per ora.

Adl, Ansa

Adl c’è, ma non vuole essere piano B

Nella corsa a Mauro Icardi resta, di fatto, solo il Napoli. Adl potrebbe fare il primo, pesantissimo investimento singolo della sua avventura calcistica (finora il giocatore più costoso è stato Higuain, pagato 39 milioni di euro, a breve lo diventerà Lozano).

Ma la strategia della pazienza ha un limite, anche temporale. Il Napoli ha lanciato l’ultimatum a Icardi: o decide entro metà della prossima settimana o anche l’ipotesi azzurra diventerà non percorribile. Gli stessi tifosi potrebbero non gradire oltre la sensazione (che poi è vicenda di mercato) che il Napoli sia una sorta di ripiego rispetto ai rivali della Juventus.

Insomma ora la palla passa a Icardi. Che vuole fare gol, come ha sempre fatto. Sperando di non farlo nella propria rete, restandoci impigliato dentro.

Foto di copertina Ansa