Orfini pungola Conte: «Nuovo Umanesimo? Faccia sbarcare Mare Jonio»

Fratoianni: «La nave Mare Jonio deve attraccare al più presto e i naufraghi assistiti. Il resto è il miserabile comportamento di un uomo politico cinico, spregiudicato e inumano»

Nemmeno il tempo di accettare l’incarico – con riserva -, e a Giuseppe Conte già si chiede di creare la discontinuità con il governo Lega-M5S. Il presidente del Consiglio, che ha ricevuto il 29 agosto il mandato da Sergio Mattarella per formare una nuova squadra di governo, si trova a dover affrontare da protagonista le ultime scelte da ministro dell’Interno di Matteo Salvini.

Questa mattina il Viminale ha fatto notificare il divieto di ingresso in acqua italiane alla Mare Jonio, nave dell’ong Mediterranea Saving Humans. A bordo, circa 100 persone: 26 donne di cui almeno 8 incinte, 22 bambini di meno di 10 anni e almeno altri 6 minori.

https://twitter.com/RescueMed/status/1167000435242221568

Orfini provoca Conte

«Giuseppe Conte annuncia un nuovo Umanesimo. Bene. Immagino quindi che gli esseri umani salvati dalla Mare Jonio verranno sbarcati immediatamente. E sono certo che la delegazione del mio partito che incontrerà il presidente incaricato lo chiederà con grande forza».

A dirlo è Matteo Orfini, deputato ed ex presidente del Partito Democratico, con il quale Conte dovrà trattare affinché l’alleanza con il Movimento 5 Stelle non affondi prima di salpare.

«Cinico, spregiudicato e inumano»

«Un ministro in disarmo sfoga la sua frustrazione e rabbia contro alcune decine di bambini, donne, uomini, la cui unica colpa evidentemente è quella di non essere affogati nel Mediterraneo – ha affermato Nicola Fratoianni, deputato di Sinistra Italiana – Non ci sono giustificazioni di alcun genere, la nave Mare Jonio deve attraccare al più presto e i naufraghi assistiti. Il resto è il miserabile comportamento di un uomo politico cinico, spregiudicato e inumano».

Sullo stesso tema: