Migranti, nuovi sbarchi nella notte a Lampedusa, un centinaio gli arrivi

Ora le persone ospitate nell’hotspot dell’isola sono circa 200, e dunque oltre la capienza massima prevista. Ieri la protesta del sindaco Totò Martello

Sono un centinaio in tutto i migranti sbarcati nella notte sull’isola di Lampedusa. Mentre cominciava il trasbordo dei primi naufraghi dalla nave Ocean Viking, altre 78 persone sono arrivate al porto su un barcone soccorso dalle motovedette della guardia di finanza e 21 sono state intercettate direttamente a terra dopo essere sbarcate sulla spiaggia dell’Isola dei Conigli.

Tutti i migranti, prevalentemente camerunensi e tunisini, sono stati condotti nell’hotspot dell’isola, a contrada Imbriacola. Così come gli 82 sbarcati dalla Ocean Viking – dopo una settimana di stallo in mare – in seguito al primo via libera del nuovo ministero dell’Interno.

A questo punto le persone ospitate nell’hotspot di Lampedusa sono circa 200, e dunque oltre la capienza massima prevista. Il sindaco dell’isola Totò Martello ieri – dopo essersi scagliato contro il Viminale che ha «individuato ancora una volta in Lampedusa la soluzione al problema immigrazione» – ha ricevuto una telefonata dal ministero che lo ha rassicurato rispetto a un rapido trasferimento di tutti i migranti in altri hotspot della Sicilia. Prima della redistribuzione in Europa.

Mancano infine all’appello sei migranti, il cui arrivo è stato segnalato alle autorità. Sono in corso le ricerche sull’isolotto di Lampione.

Leggi anche: