Ocean Viking salva 109 migranti. SOS Méditerranée: «In Italia inizio di una nuova era»

Salvati bambini piccoli e persino un neonato; in molti hanno avuto bisogno di cure mediche a causa delle esalazioni di carburante

Due salvataggi della Ocean Viking, nave gestita da SOS Méditerranée e Medici senza frontiere, che prima ha soccorso 48 migranti su una barca in difficoltà a 53 miglia dalle coste libiche, poi altre 61 persone che si trovavano a bordo di un gommone in avaria al largo della Libia.

Donne, bambini e un neonato

Nella prima imbarcazione a bordo donne, bambini piccoli e persino un neonato che sono stati messi in salvo a bordo della Ocean Viking; nella seconda, invece, in molti hanno avuto bisogno di cure mediche a causa delle esalazioni di carburante. Allo stato attuale, in totale sulla nave si trovano 109 persone.

«Inizio di una nuova era»

Intanto da Parigi l’ong SOS Méditerranée, nel corso di una conferenza stampa, ha parlato del possibile «inizio di una nuova era» in Italia, dopo il via libera delle autorità italiane allo sbarco, sabato scorso, degli 82 migranti dell’Ocean Viking a Lampedusa.

«Siamo molto felici di questo segnale che ha dato l’Italia», ha dichiarato la vicedirettrice generale dell’associazione, Fabienne Lassalle, rallegrandosi per il fatto che il nostro Paese torni così «al tavolo europeo dei negoziati».

«Forse, da quella che era una situazione catastrofica – ha aggiunto riferendosi alla chiusura dei porti alle navi umanitarie imposta dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini – siamo all’inizio di una nuova era».

Leggi anche: