La nave dei migranti va a Lampedusa, e subito arriva il botta e risposta Salvini-Franceschini

«Abbiamo assegnato un porto perché l’Ue accoglierà i migranti. Lavorerò sugli accordi per i rimpatri», ha invece dichiarato Luigi Di Maio

Era da poco giunta la notizia dell’assegnazione di “porto sicuro” da parte dell’Italia alla nave Ocean Viking, quando Matteo Salvini ha postato il suo icastico commento:

«Eccoli, porti aperti senza limiti..» con un intuibile ‘non detto’, che potremmo riassumere in «come volevasi dimostrare, via io e subito si interrompe la lotta contro Ong e immigrazione clandestina».

In quarto d’ora però gli risponde Dario Franceschini, il numero uno del Pd al governo (il che dimostra che sarà lui a argomentare e difendere le scelte con valore politico dell’esecutivo):

«Il Governo assegna un porto sicuro a Ocean Viking e i migranti saranno accolti in molti Paesi europei. Fine della propaganda di Salvini sulla pelle di disperati in mare. Tornano la politica e le buone relazioni internazionali per affrontare e risolvere il problema delle migrazioni».

Una rivendicazione che già fa capire che il Pd proverà a rovesciare la narrazione, fin qui vincente a livello mediatico e di consenso, del leader leghista.

«Abbiamo assegnato un porto perché l’Ue accoglierà i migranti. Lavorerò sugli accordi per i rimpatri», ha invece dichiarato Luigi Di Maio da piazza di Pietra dove è in corso la giornata di apertura della Scuola Open Comuni di Rousseau.

Sullo stesso tema: