Ocean Viking, Zingaretti favorevole allo sbarco «senza se e senza ma»

Il segretario del Pd l’ha detto durante la trasmissione Di Martedì

Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, intervenendo alla trasmissione Di Martedì su La7, si dichiara favorevole («senza se e senza ma») allo sbarco dei migranti della nave Ocean Viking dell’ong Sos Méditerranée e di Medici Senza Frontiere, che ha soccorso altre 34 persone, tra cui una donna incinta e un bimbo di un anno. Ora sono 84 i migranti a bordo della nave in attesa di un porto dove attraccare.

Lo scorso 8 settembre, l’ong aveva tratto in salvo 50 migranti al largo della Libia, tra cui 12 minorenni e una donna incinta. Mentre ieri, 9 settembre, l’imbarcazione ha raccolto altre 34 persone che si trovavano a bordo della barca a vela Josefa.

Al momento non è arrivata dal nuovo ministro dell’Interno l’indicazione di un porto sicuro. Ma nemmeno il divieto di accesso, prassi del Viminale quando c’era Matteo Salvini. Tutti gli occhi sono puntati su quello che deciderà di fare la ministra Luciana Lamorgese: è la prima prova in tema di gestione dell’immigrazione del nuovo governo giallorosso.

Al momento, la ministra ha detto: «Il ministro dell’Interno è sempre operativo, 24 ore su 24. Affronteremo anche questa emergenza se sarà un’emergenza». Intanto resta in mare anche la Alan Kurdi di Sea Eye, a cui Matteo Salvini, nel suo ultimo atto da ministro dell’Interno, ha vietato l’ingresso.

L’imbarcazione, sulla quale una persona ha tentato il suicidio, rimane bloccata aspettando l’indicazione di un porto. La Commissione Ue ha fatto sapere di aver avviato le trattative per la ridistribuzione dei migranti.

Leggi anche: