Salvini a Mattarella, l’appello (o provocazione?): «Siamo ancora in tempo per governo chiaro»

Per il leader della Lega il Conte 2 è un governo nato «in provetta a Bruxelles, Parigi e Berlino»

Matteo Salvini si rivolge nuovamente al presidente della Repubblica in un appello più simile a una provocazione. Da Pinzolo in Trentino, il leader della Lega ha evocato l’intervento del Capo dello Stato per un «governo chiaro, coerente e con un programma chiaro che possa lavorare per anni», con la partecipazione della Lega: «Siamo ancora in tempo».

«Anche mia figlia di sei anni ride – ha aggiunto Salvini – a pensare che Pd e 5 Stelle posano andare d’accordo su qualcosa, se non lo scambio delle poltrone. Chi ha il potere di decidere, decida».

In breve però Salvini torna a spingere sul voto in tempi brevi: «Quello che nasce è il governo del palazzo, e noi siamo pronti a rispondere con i territori, i sindaci, le associazioni, le imprese, i commercianti e con tutti quelli che chiedono elezioni».

L’esecutivo M5s – Pd secondo Salvini è «nato in provetta a Bruxelles, Parigi e Berlino. Sarebbe il Monti bis: il governo non per gli italiani, ma contro gli italiani, studiato a tavolino da Macron, Merkel, Juncker e pochi altri».

E a proposito delle possibile alleanza tra dem e grillini anche nelle Regioni e nei Comuni, il leader del Carroccio sembra non vedere l’ora: «Così faranno finalmente chiarezza. Si sono scannati e querelati fino a ieri, e ora si mettono assieme. Facciamo operazione chiarezza, chi ci perde la faccia non siamo noi».

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: