Salvini chiude a Berlusconi e si appella a Mattarella: «Basta col mercato delle poltrone, convochi le elezioni»

«Non abbiamo bisogno di alleanze. Noi non siamo uomini e donne per tutte le stagioni. Le nostre idee vinceranno, non si può scappare per sempre dalle elezioni»

Dopo la notizia della chiamata a sorpresa del premier incaricato Giuseppe Conte al Quirinale, che ha fatto emergere le contraddizioni e le difficoltà nel riuscire a far collimare le richieste del M5s e del Partito Democratico per la creazione di un’alleanza giallorossa, a entrare a gamba tesa sulla difficile situazione politica torna in scena Matteo Salvini.

Il leader della Lega, assente ieri alle consultazioni con Conte, attraverso i social ha lanciato un appello direttamente al capo dello Stato: «Presidente Mattarella, basta, metta fine a questo vergognoso mercato delle poltrone, convochi le elezioni e restituisca la parola e la dignità agli Italiani». 

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1167744808439439362

Salvini chiude all’alleanza con Berlusconi

Salvini, del resto, aveva già messo in chiaro la posizione della Lega per le nuove eventuali elezioni, rigettando la possibile alleanza con Forza Italia di Silvio Berlusconi e che, a seguito delle consultazioni con Conte, aveva accusato il leder della Lega di «aver consegnato il Paese alla sinistra».

E il leader del Carroccio, durante un comizio a Conselve (Padova), ha risposto a quello che ormai sembra essere sempre più un ex alleato nella coalizione di centro-destra: «Non abbiamo bisogno di alleanze. Noi non siamo uomini e donne per tutte le stagioni. Qui c’è tanta gente entusiasta, in un altro partito per un solo ministero perso ci sarebbe stata la tragedia. Ma le nostre idee vinceranno, non si può scappare per sempre dalle elezioni».

Sullo stesso tema: