L’uragano Dorian risale a categoria 3 e si avvicina alle coste Usa: in 1.500 nei rifugi

20 le vittime: numero che è destinato a crescere per la quantità di dispersi e perché i soccorsi non hanno ancora raggiunto le aree coperte dall’acqua

L’uragano Dorian risale a categoria 3 mentre si appresta a colpire le coste sudorientali degli Stati Uniti minacciando di inondazioni la Georgia e il sud-ovest della Virginia.

Potrebbe mantenere questa intensità anche nelle prossime ore, anche se alcuni esperti rassicurano: il National Hurricane Center, invece, prevede un progressivo indebolimento solo nei prossimi giorni.

Le vittime e gli sfollati

20 le vittime dell’uragano Dorian alle Bahamas è il dato ufficiale, finora. Ma il numero è destinato a crescere per la quantità di dispersi e per le aree ancora sommerse dalle acque e ricoperte di macerie che i soccorsi non sono riusciti a raggiungere. 1500, invece, sono le persone messe al riparo in 28 rifugi della Carolina del Sud.

Il tweet di Parmitano

Intanto l’astronauta siciliano Luca Parmitano, dalla stazione spaziale internazionale (Iss) su cui si trova per la missione Beyond, ha immortalato le acque caraibiche, calme, azzurre e trasparenti, nonostante l’uragano Dorian non sia molto lontano. «A poca distanza dalla tempesta – scrive su Twitter l’astronauta dell’Agenzia spaziale europea – il Mar dei Caraibi è incredibilmente quieto».

Leggi anche: