Fermare gli uragani con le bombe nucleari: l’ultima idea di Trump

Il presidente degli Stati Uniti ripropone nuovamente la soluzione avanzata nel 2017

Una bomba nucleare nell’occhio del ciclone per fermare gli uragani prima che si abbattano sugli Stati Uniti. Sarebbe questa l’idea avanzata dal presidente Donald Trump durante una riunione sul tema, secondo quanto riportato dal sito di news Axios

I partecipanti all’incontro, a fronte dell’idea di Trump, avrebbero abbandonato il tavolo domandandosi: «E adesso cosa facciamo?». Perché l’idea di bombardare gli uragani per arrestarne lo sviluppo e l’impatto era già stata abbozzata sotto il periodo di presidenza di Dwight Eisenhower, negli anni Cinquanta, ma non ha mai ottenuto riscontri positivi nella comunità scientifica. 

Tuttavia non è la prima volta che Trump avanza questa ipotesi. Già nel 2017 il tycoon aveva prospettato una “soluzione” del genere, confrontandosi con gli amministratori della Casa Bianca, ma senza specificare la tipologia di bomba da utilizzare. 

E così, dopo l’impraticabile idea di utilizzare i canadair per spegnere l’incendio della cattedrale di Notre Dame, il presidente statunitense rilancia l’uso delle bombe (specificandone la natura nucleare, in questo caso) per fermare i cicloni. E se dalla Casa Bianca si rifiutano di commentare l’indiscrezione, un funzionario avrebbe implicitamente confermato l’idea del presidente americano, dichiarando che «il fine di Trump non è cattivo».

Foto copertina: Ansa/Epa/Omer Messinger

Leggi anche: