Mimmo Lucano, revocato divieto di dimora per l’ex sindaco di Riace: potrà tornare nella sua città

«Sono felice. Tornerò subito a Riace per rivedere mio padre e casa mia», ha commentato Lucano

Mimmo Lucano potrà tornare a Riace. A stabilire la sentenza è stato il Tribunale di Locri, che ha revocato il divieto di dimora a Riace disposto nei confronti dell’ex sindaco nell’ambito dell’inchiesta “Xenia”, sui presunti illeciti nella gestione dell’accoglienza dei migranti.

Nelle scorse settimane l’ordine di divieto di dimora emesso dal Tribunale del Riesame di Reggio Calabria nei confronti di Mimmo Lucano era tornato alla ribalta grazie all’appello lanciato dal Comitato Undici Giugno.

Il Comitato si è battuto e ha rivolto un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinché venisse ritirato il divieto di permesso all’ex sindaco di andare a Riace a trovare il padre gravemente malato.

Il Tribunale di Locri ha dunque accettato la richiesta presentata dagli avvocati difensori di Domenico “Mimmo” Lucano, Antonio Mazzone e Andrea Daqua.

«Sono felice – ha dichiarato l’ex sindaco di Riace – Tornerò subito a Riace per rivedere mio padre e casa mia». «Finalmente posso tornare a casa», ha aggiunto Lucano, che si è detto «soddisfatto ed emozionato» per la decisione del Tribunale comunicatagli dai suoi avvocati difensori.

Sullo stesso tema: