Processo Cucchi, il pm legge le intercettazioni in aula: «Da una falsa testimonianza abbiamo capito la vera storia»

La requisitoria del pm in aula chiude il processo bis per la morte di Stefano Cucchi

Intercettazioni, verbali, testimonianze poi risultate false, accordi tra chi aveva avuto a che fare con Stefano Cucchi. E’ stata ricostruita come un vero puzzle la storia di cosa accade al geometra romano la sera del 16 ottobre 2009, quando viene arrestato per spaccio e di lì a poco si ritrova coperto di lividi.

Il racconto del pm Giovanni Musarò, una requisitoria che durerà due udienze, è cominciato questa mattina, 20 settembre.

Il magistrato che ha guidato prima l’inchiesta e poi il processo cosiddetto Cucchi bis ha anche coordinato il Nucleo investigativo degli stessi Carabinieri di Roma che hanno scoperto il depistaggio avvenuto dieci anni fa.

In aula era presente, accanto a lui il procuratore reggente di Roma Michele Prestipino.

Foto in copertina di Open

Leggi anche: