Salvini torna sulla “bomba contro Conte” e annuncia un’interrogazione parlamentare su «presunti conflitti di interesse» – Il video

L’ex ministro torna all’attacco e fa l’ennesima insinuazione sul passato del presidente del Consiglio

Matteo Salvini torna ad attaccare il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. «La prossima settimana depositeremo in Parlamento un’interrogazione relativa ad alcuni presunti problemi sul passato del signor Conte, riguardo anche alcuni presunti conflitti di interesse e alcune presunte omissioni relative alla sua carriera. Partiamo dalle segnalazioni del Pd. È tutta farina del sacco del Pd, noi semplicemente abbiamo letto, riletto e aggiornato queste segnalazioni e vediamo se dopo un anno di silenzio Conte si degnerà di rispondere non alla Lega, ma agli italiani», ha detto l’ex ministro degli Interni su Facebook.

Le insinuazioni di Salvini

La prima allusione risale al 21 settembre: «Conte? Ha tradito gli italiani per salvare la sua poltrona, ha qualcosa del suo passato da nascondere?». E tre giorni dopo il leader della Lega ha rincarato la dose: «Il premier Giuseppe Conte non ha mai risposto a diverse interrogazioni parlamentari pendenti presentate dal Pd sul suo conto, e sulle proprie vicende personali – ha detto Salvini a Sky Tg24 –. Come opposizione, noi della Lega riprenderemo queste interrogazioni che ipotizzano conflitti d’interessi, problemi passati e ombre. Venga in Parlamento a chiarire, lui che chiede chiarezza, e vedremo se i suoi attuali alleati dicevano fesserie».

Un giorno dopo, l’ex titolare del Viminale ha aggiunto a Fuori dal coro, programma tv in onda su Rete 4: «Ho preso in mano un’interrogazione del Pd che sospettava dei conflitti di interesse di Conte nel suo passato. Lo hanno scritto quelli del Pd, Conte non ha risposto, allora prendo quello che ha scritto il Pd e aspetto che Conte risponda agli italiani».

Leggi anche: