Sparatoria in questura a Trieste, l’assassino in azione con la pistola sottratta agli agenti uccisi – Il video

Le telecamere della questura hanno ripreso il dominicano Alejandro Stephan Meran in fuga con la pistola in mano mentre spara ad altezza uomo

Sono queste le immagini in cui appare Alejandro Augusto Stephan Meran, il dominicano che ha più volte aperto il fuoco nella questura di Trieste uccidendo i due agenti, Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, ai quali è riuscito a sottrarre l’arma dalla fondina.

Nel video, acquisito dalle telecamere di sorveglianza, della questura compare il 29enne con l’arma in mano. Lo si vede mentre corre alla ricerca di una via di fuga, dopo aver colpito con 2 e 3 proiettili in due poliziotti.

Nelle immagini, si vede il dominicano prima entrare in uno stanzotto ceco, dal quale uscirà pochi secondi dopo, per poi avviarsi verso l’uscita della questura.

Prima di prendere il grande portone a vetri per uscire dall’edificio, Meran apre di nuovo il fuoco ferendo uno degli agenti di guardia. Ed è questa la fase in cui colpisce alla mano un poliziotto che poi subirà un intervento chirurgico.

Una volta fuori dall’edificio, il fuggitivo cerca prima di entrare in una volante parcheggiata in prossimità dell’ingresso, e poi, notando l’auto della squadra mobile, apre il fuoco verso il mezzo, colpendo la portiera lato passeggero appena aperta.

Ma gli agenti rispondono al fuoco, colpendo l’uomo all’inguine, senza danneggiare le parti vitali, riuscendo a renderlo inoffensivo e a disarmarlo.

Intanto – lo si è appreso oggi – la Procura intende chiedere una perizia psichiatrica sul ventinovenne.

Leggi anche: