Shanghai, finisce il sogno di Berrettini. Zverev in finale

Niente da fare per Berrettini, che lascia Shanghai a testa altissima. Domani la sfida in finale tra Zverev-Medvedev

Una palla corta mal riuscita e poi un game di servizio chiuso senza intoppi dall’avversario. Finisce così il Master 1000 di Shanghai di Matteo Berrettini, nuovo faro del tennis italiano. Alexander Zverev lo ha battuto in semifinale in un match di un’ora e 7 minuti, col punteggio di 63 64.

Ma il punteggio della sconfitta non rende giustizia al bel torneo giocato dal ventritreenne romano, e che nella classifica in diretta raggiunge la decima posizione del ranking. A Shanghai ha giocato la prima semifinale in un 1000 della carriera, si è guadagnato il ruolo di primo italiano nella classifica mondiale e ha mantenuto per qualche ora l’ottava posizione nella Race to London – scalzato poi proprio da Zverev.

Enormi soddisfazioni portate a casa dopo la vittoria ai quarti contro l’austriaco Dominc Thiem: una partita pressoché perfetta, che aveva reso Berrettini un avversario di tutto rispetto per Zverev, attuale numero 6 del ranking mondiale.

Zverev conquista così la finale del torneo cinese nella partita più importante della sua stagione, dopo aver frenato l’avanzata di Roger Federer nella partita dei quarti di venerdì (6-3 6-7(7) 6-3). Dopo un’annata difficile, il ventiduenne tedesco ha ripreso il ritmo con i tornei di Pechino e Shanghai. Giusto in tempo per guadagnarsi un ticket per il master di fine anno.

Nella finale di domani 13 ottobre Zverev sfiderà il numero 5 del mondo Daniil Medvedev, l’inarrestabile tennista russo che ieri ha battuto la giovane promessa greca Stefanos Tsitsipas con il punteggio di 7-6(5) 7-5. Medvedev ha vinto nel 2019 28 partite su 31 giocate, portando a casa 6 finali consecutive e 3 master 1000.

Leggi anche: