La “sorpresa” dei manifestanti catalani: la mossa clamorosa per bloccare i voli da Barcellona e da Madrid

1200 auto bloccano lo scalo della capitale. A Barcellona marcia a piedi contro la condanna dei leader catalani

Continuano gli scontri in Spagna, dopo le pene inflitte dalla Corte suprema spagnola contro i 12 leader separatisti catalani. La polizia ha caricato i manifestanti riuniti all’aeroporto di Barcellona, i cosiddetti manifestanti dello Tsunami democratico.

Madrid

Nella capitale spagnola è stata invece messa in moto un’azione senza precedenti. Una lunga, lenta marcia di 1.200 auto con lo scopo di bloccare lo scalo madrileno.

«Dallo tsunami democratico, facciamo appello a tutti quei cittadini di Madrid indignati da una sentenza che non solo va a colpire i leader politici indipendenti, ma anche la qualità democratica e i diritti civili e sociali di tutti i cittadini spagnoli», hanno dichiarato in una nota i manifestanti.

Intanto, dopo la chiusura della linea delle metropolitana che collega l’aeroporto di Barcellona al centro della città, migliaia di manifestanti catalani hanno deciso di dirigersi a piedi verso lo scalo per protestare contro le sentenze di condanna di 12 leader catalani. Si tratta di una camminata di circa tre ore e mezza. Gli organizzatori della mobilitazione, Tsunami Democratico, hanno stampato 100.000 biglietti falsi per permettere ai manifestanti di superare i controlli di sicurezza allo scalo.

Leggi anche: