Crisi siriana, Mattarella in visita negli Usa. Trump: «Il gruppo curdo del Pkk è peggio dell’Isis»

Il presidente americano continua a ribadire il disimpegno statunitense dal Medio Oriente: «Lasciamo che Turchia e Siria combattano la loro guerra»

Il presidente della Repubblica ha incontrato Donald Trump alla Casa Bianca. Durante la conferenza stampa i due Capi di Stato hanno ribadito l’importanza dell’alleanza tra le due Nazioni. Ma sul tavolo ci sono state soprattutto le questioni dell’intervento turco in Siria e dei dazi.

Turchia

Sulle operazioni militari di Ankara il presidente americano si è detto non sorpreso: «Voleva farlo da tempo», ha chiarito Trump sulla decisione presa da Recep Tayyip Erdogan. Il presidente siriano Bashar al Assad «non è nostro amico: perché dobbiamo proteggerlo?», ha aggiunto Trump, ripetendo che gli Stati Uniti «non sono il poliziotto del mondo».

Sui curdi Trump ha però ribadito, come fatto nel pomeriggio, che «il gruppo curdo del Pkk è peggio dell’Isis».

A proposito del ritiro statunitense, azione che ha dato il semaforo verde all’invasione turca, Trump ha ribadito quanto affermato durante la campagna elettorale del 2016: «Porteremo i nostri soldati a casa, dove devono stare», aggiungendo: «Lasciamo che Turchia e Siria facciano la loro guerra».

«Quello della Turchia è stato un grave errore che l’Italia ha condannato senza esitazioni», ha detto Sergio Mattarella. «La soluzione – ha chiarito il presidente della Repubblica – non sta nelle sanzioni, che pur saranno inevitabili. La soluzione sta nello stop delle operazioni militari e nel ritiro della Turchia».

Dazi

Nell’incontro tra i due leader ha fatto capolino anche l’annosa questione dei dazi americani imposti all’Europa, e all’Italia, per la vicenda Boeing-Airbus. Mattarella ha chiarito come le «tensioni commerciali non giovano ad alcuno e la reciproca imposizione di dazi è controproducente e dannosa per le nostre economie». Parole a cui ha fatto eco il presidente americano: «Non vogliamo essere duri con l’Italia, vedremo di affrontare l’argomento».

Immigrazione

Trump ha toccato anche la questione dell’immigrazione e del conflitto libico: «La Libia ha portato una crisi migratoria che sta mettendo una pressione iniqua sull’Italia, spero che l’Ue affronti di più questo problema. Abbiamo un ottimo rapporto commerciale con l’Ue».

Leggi anche: