Cori contro Balotelli, l’ex ministro Fontana minimizza sui cori razzisti: «Vergognosa gogna mediatica»

L’ex ministro della Famiglia e della Disabilità del Carroccio, nel post partita, ha chiesto di «andarci piano con le accuse e le sentenze»

Alcuni video pubblicati in rete sembrerebbero non lasciare spazio a equivoci interpretativi, eppure c’è chi continua a negare. Dagli spalti del Bentigodi, durante il match tra Verona e Brescia, vinto dai padroni di casa per 2 a 1, si sono alzati dei cori razzisti contro Mario Balotelli

Nei video si sentono distintamente dei “buu”, ma anche dei suoni onomatopeici provenienti dagli ultrà dell’Hellas Verona che fanno richiamo a versi animaleschi razzisti. Il tutto non appena Balotelli si avvicina alla curva dei padroni di casa. Curva che, poco dopo, riceve una pallonata dall’infastidito ed infuriato giocatore e il gioco viene fermato.

Ma subito dopo la fine della partita il leghista e veronese Lorenzo Fontana, ex ministro della Famiglia e della Disabilità del governo Conte 1, scrive su Twitter: «Dallo stadio hanno confermato in molti che non c’è stato nessun coro razzista». Poi passa all’attacco: «Intanto è iniziata una vergognosa gogna mediatica contro Verona e i suoi tifosi. Andiamoci piano con le accuse e le sentente».

Ma, al netto delle prove audio e video, forse proprio la sentenza dell’ex ministro sarebbe dovuta rimanere quantomeno temporaneamente sospesa, in attesa del Var.

Sullo stesso tema: