Sentenza Cucchi, la sorella Ilaria: «Ora Stefano potrà riposare in pace» – Il video

di OPEN

«Più di qualche personaggio politico dovrebbe chiedere scusa, ma avrebbe dovuto farlo già da tempo», ha detto l’avvocato della famiglia Cucchi Fabio Anselmo

«Ci sono voluti 10 anni, ma il nostro sacrificio è servito. Finalmente è stata fatta giustizia». Commenta così Ilaria Cucchi, la sorella del geometra romano deceduto nel 2009 sei giorni dopo l’arresto, la sentenza di primo grado sulla morte di Stefano.

«Abbiamo mantenuto la promessa fatta a Stefano l’ultima volta che l’ho visto: andremo fino in fondo. Stefano forse ora potrà riposare in pace. Forse anche i miei genitori potranno avere un po’ di sollievo», ha aggiunto Ilaria.

Genitori che – dopo la lettura della sentenza in cui sono stati condannati due carabinieri per l’omicidio di Stefano – hanno rivolto un pensiero a Francesco Tedesco che con le sue dichiarazioni ha dato una svolta alle indagini. «Senza la sua testimonianza, dice il pm, la verità sarebbe stata comunque dimostrata. Ma Tedesco ha dimostrato che l’Arma può tornare indietro sui suoi passi», hanno detto i genitori.

Tedesco, assolto dall’accusa di omicidio, è stato condannato a 2 anni e sei mesi per falso. «Più di qualche personaggio politico dovrebbe chiedere scusa, ma avrebbe dovuto farlo già da tempo perché non c’era bisogno di una sentenza di condanna, lo sapevamo tutti che Stefano è morto per il pestaggio», ha detto l’avvocato della famiglia Cucchi Fabio Anselmo.

Subito dopo la sentenza un carabiniere ha fatto il baciamano a Ilaria Cucchi. «L’ho fatto perchè finalmente dopo tutti questi anni è stata fatta giustizia», dice il militare mentre accompagna i genitori di Stefano Cucchi, anche loro commossi, fuori dall’aula di Rebibbia dove si è celebrato il processo.

Leggi anche: