La calciatrice Megan Rapinoe eletta sportiva dell’anno da Sports Illustrated

La calciatrice, già vincitrice della coppa del mondo e del pallone d’oro, è la quarta donna nella storia a ricevere il premio

Da questa stagione Megan Rapinoe, la calciatrice e capitana della nazionale statunitense, credeva di non poter chiedere di più. Dopo la vittoria del mondiale e la consegna del pallone d’oro, la 34enne americana era già pronta chiudere un’annata perfetta e irripetibile.


Se non fosse che Sports Illustrated ha deciso di eleggerla sportivo dell’anno. È la quarta donna nei 66 anni della storia del premio del magazine americano a portare a casa il riconoscimento.

Nell’ultimo anno Rapinoe è stata spesso sotto i riflettori, non solo per le sue doti atletiche, ma anche per lo scontro a distanza con il presidente Donald Trump e con la federazione americana. Sempre pronta a esporsi per i diritti delle atlete e della comunità Lgbtq, a marzo ha trascinato le sue compagne di squadra a citare in giudizio la federazione di calcio americana per ottenere la stessa retribuzione dei suoi colleghi maschi e ha criticato il presidente americano per la sua politica dell’odio.

«Il tuo messaggio esclude le persone. Ci stai escludendo: stai escludendo le persone che assomigliano a me, escludendo le persone di colore, stai escludendo gli americani che ti supportano – aveva detto rivolgendosi a Trump dopo la vittoria della coppa del mondo -. Quello che stai dicendo riguardo il tuo slogan «Make America Great Again» penso ci riporti in un’era non positiva per tutti».

«Mentre non possiamo scegliere cosa vediamo e cosa succede attorno a noi, e a volte contro di noi e contro altri, possiamo invece scegliere come esserne testimoni», ha scritto Rapinoe sulla sua pagina Instagram annunciando la vittoria del premio.

Sullo stesso tema: