Dallo staff del capo politico M5s durissima smentita al Fatto: «Di Maio dimissioni? Ma che scrivete?»

Per l’entourage del ministro degli Esteri è «un falso retroscena» che costituisce «un fatto gravissimo»

«Smentiamo quanto riportato quest’oggi da Il Fatto Quotidiano in merito alle dimissioni da capo politico del Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio. Una narrazione, con tanto di fantomatica data delle dimissioni, che appare decisamente surreale. Un retroscena che riporterebbe il pensiero di svariate “fonti” interpellate che sembrano però fare il tifo per una certa narrazione, quando nel pezzo alle fonti dirette viene riservato mezza riga di smentita».

La nota diramata dallo staff del capo politico dei 5 stelle critica aspramente il retroscena pubblicato sulle prime pagine della testata. Secondo l’entourage di Di Maio, non ci sarebbe nulla di attendibile nella ricostruzione pubblicata dal quotidiano, secondo cui il leader del Movimento sarebbe pronto a lasciare il suo ruolo tra il 20 e il 21 gennaio, poco prima delle elezioni regionali in Emilia-Romagna e Calabria e subito dopo aver impresso una nuova organizzazione al partito, quella dei cosiddetti “facilitatori”.

«Appare anche singolare la scelta di aprire il giornale con questo falso retroscena quando lo stesso Di Maio in queste ore è impegnato in importanti dossier di politica estera, come la Libia, di forte interesse nazionale e che interessano la sicurezza del nostro Paese. È un fatto gravissimo, che ci sorprende», conclude la durissima nota.

Sullo stesso tema: