Palermo, processo firme false M5s: 12 condannati – tra cui gli ex deputati Di Vita, Mannino e Nuti – e 2 assolti

La condanna è di un anno e dieci mesi

Il giudice monocratico di Palermo Salvatore Flaccovio ha condannato a pene comprese tra un anno e un anno e 10 mesi 12 tra attivisti e ex deputati regionali e nazionali dei 5 Stelle e un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false presentate nel 2012 a sostegno della lista del Movimento per le elezioni comunali. La storia è quella delle firme false per le comunali del 2012.

Tra le condanne, anche quelle degli ex deputati nazionali del Movimento Giulia Di Vita, Claudia Mannino e Riccardo Nuti: la condanna decisa è di un anno e dieci mesi. Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, ex deputati dell’assemblea regionale siciliana sempre del M5S sono stati condannati a un anno. Pietro Salvino e Riccardo Ricciardi sono stati invece assolti.

Erano accusati a vario titolo di falso e violazione della legge regionale del ’60 sulle consultazioni elettorali. Due gli assolti, ricostruisce l’Ansa. Il giudice ha parzialmente accolto le richieste della pm Claudia Ferra.

In copertina Claudia Mannino al suo arrivo in Procura a Palermo, 28, Novembre, 2016. ANSA/Mike Palazzotto

Leggi anche: