Australia in fiamme, precipita un aereo antincendio: muoiono tre persone

L’aereo, un Boeing 737 impegnato nella lotta contro gli incendi, era scomparso dai radar attorno a mezzogiorno (ora locale)

L’aereo antincendio, scomparso dai radar oggi 23 gennaio in Australia, è precipitato. A renderlo noto sono state le autorità locali, comunicando anche che nello schianto sono morte tre persone, tutti cittadini statunitensi.

La proprietaria dell’aeromobile è la società canadese Coulson Aviation, impegnata nel Nuovo Galles del Sud nella lotta contro gli incendi. Si trattava di un Boeing 737 che generalmente viaggia con due piloti e può trasportare 15.000 litri d’acqua. La causa dell’incidente rimane ancora incerta.

La scomparsa dai radar

Nel primo pomeriggio del 23 gennaio (ora locale), le autorità australiane hanno perso il contatto con l’aereo antincendio. I timori hanno subito riguardato la possibilità che fosse precipitato mentre era in azione contro un enorme incendio boschivo sopra le montagne a sud-ovest di Sydney.

Sul posto, una zona chiamata Snowy Monaro, a circa cinque ore dalla città, erano stati inviati subito numerosi elicotteri per cercare di capire cosa fosse accaduto. I vigili del fuoco avevano comunicato che «l’incendio nelle Snowy Mountains aveva già ridotto in cenere un’area di quasi 94.000 ettari (940 chilometri quadrati)».

Intanto è di nuovo massima allerta incendi con l’atteso arrivo di temperature torride e forti venti dopo una breve tregua di pioggia.

Leggi anche: