Coronavirus. Il video dei tre presunti cadaveri lasciati incustoditi nel Pronto Soccorso di Wuhan

Tra voce narrante e immagini suggestive si sta poco a credere che siano tre cadaveri, ma guardando meglio non è così

Circola online il video di una presunta infermiera dell’ospedale di Wuhan, Cina, dove riprenderebbe tre cadaveri incustoditi nel Pronto Soccorso della cittadina cinese focolaio dell’epidemia del nuovo Coronavirus. Il video era stato pubblicato sui social network cinesi come Weibo e poi condivisi su Twitter e altri social internazionali per essere infine ripresi dai media internazionali come prova di quanto stava accadendo presso l’ospedale di Wuhan.

Pazienti o materassi?

Partiamo da quello che sarebbe stato identificato come il primo cadavere lasciato nel corridoio dell’ospedale. Nella parte più vicina alla telecamera notiamo un materassino piegato a terra usato, come vedremo in altri casi, per far distendere i pazienti più bisognosi – anziani, ad esempio – in attesa delle ulteriori visite.

Il dettaglio del materassini piegato a sinistra, a destra la parte più avanti del lettino dove si vede che è tutto appiattito.

La coperta bianca posta sopra il materassino sembra che copra un corpo, ma considerando il dettaglio del materassino le forme che vanno a crearsi potrebbero essere causate dallo stesso. Nel fotogramma a destra nell’immagine sopra riportata la telecamera si sposta in avanti e sembra che il presunto cadavere «scompaia» – quella che sembrava essere la testa nascosta dalla coperta nel fotogramma a sinistra si appiattisce – mostrando semplicemente la parte superiore del lettino. Discorso simile per il secondo caso:

Anche per questo lettino il gioco avviene grazie a un materassino e un lenzuolo posto al di sopra, ma nessuna traccia di un essere umano.

Possiamo notare anche nel lettino improvvisato a sinistra del video che l’altezza da terra del lenzuolo dovrebbe essere più elevata (o gonfia, se preferite questo termine) contenendo al suo interno un corpo umano anche di piccole dimensioni. Nell’immagine sotto riportata troviamo a destra un sicuro paziente che non viene completamente coperto da un telo bianco e che risulta attaccato a una flebo (che notiamo sulla destra, evidenziato in giallo).

A sinistra i lettini improvvisati vuoti, a destra un paziente disteso in un altro lettino.

In questo caso vediamo una figura distesa, con i piedi e la testa che vanno al di fuori del lettino e delle coperte e l’altezza dalla base del lettino è evidente. Se negli altri due ci fossero state persone in carne ed ossa avremmo almeno visto fuoriuscire i piedi o almeno sarebbero più evidenti. Nel caso si trovassero in posizione fetale avremmo le coperte sarebbero state «più gonfie».

Un esempio di come avremmo dovuto vedere le coperte, in altezza e spessori, se ci fosse stato un corpo in posizione anche fetale in quei lettini improvvisati.

Il terzo lettino

Ad un certo punto la telecamera si concentra, seppur per poco, in quello che sembra essere il terzo cadavere abbandonato nel corridoio.

A sinistra pare ci sia un corpo, a destra notiamo che il letto è vuoto e a far spessore è un materassino.

Nel primo fotogramma a sinistra sembra che nel lettino, dove è presente ancora un altro materassino, ci sia davvero qualcuno. Andando avanti la zona dove sembrava ci fosse un corpo «sprofonda» e da questa prospettiva sembra proprio che il lettino sia vuoto. Vale anche per questo il problema relativo alla mancanza dei piedi o di un corpo in posizione supina o fetale tale da dare sufficiente volume al di sotto del telo bianco.

Le risposte degli utenti su Weibo

Il video era stato caricato da un utente – nickname «Witch Xiaoxian» – che oggi risulta privo di contenuti. Presentata come “infermiera”, su Weibo avrebbe dichiarato in un’altra occasione di essere parente di un paziente.

Rimangono tutt’ora i commenti al video, come quello di un utente che mette in dubbio le parole della presunta infermiera nel video e spiega che ci potrebbero essere persone, in mancanza di posti letti, cerchino di riposare con lettini improvvisati a terra.

Il motivo per il quale siano spariti i contenuti dell’utente è perché risulta sospeso dagli stessi amministratori del social network cinese. In un post dichiarano di aver tentato di identificare il proprietario dell’account affinché confermasse la sua identità, senza ottenere risposta.

Weibo | Il post in cui gli amministratori del social network cinese dichiarano la sospensione dell’account che aveva diffuso il video. Il motivo? Mancata identificazione dell’utente.


Seguendo le discussioni sull’account sospeso e il suo video, un utente spiega che i pazienti morti a causa del virus non venivano ammessi all’obitorio, ma dirottati e cremati presso un’impresa funeraria. Anche suo padre, secondo quanto riporta nel post, era stato assegnato a un’impresa funeraria.

Leggi anche: