Coronavirus, sale a 492 il bilancio globale delle vittime

La Cina espande le zone di quarantena

Mentre Pechino intensifica le misure per contenere l’epidemia di Coronavirus che sta investendo l’Asia e non solo, il contagio ha causato altre 65 vittime nella provincia cinese di Hubei – l’epicentro virale – portando il bilancio totale delle vittime a 492.

Con una vasta zona di contenimento estesa a quattro città cinesi, quarantena estesa martedì, che comprende altri 21 milioni di persone, il bilancio dei contagiati continua a salire: sono stati confermati oltre altri 3.100 altri casi.

La situazione nel mondo

Il virus ha infettato poco meno di 24.000 persone in tutto il mondo da quando l’epidemia ha preso piede a dicembre nella città cinese di Wuhan. Più di 20 paesi hanno confermato casi di virus, spingendo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) a dichiarare l’emergenza sanitaria globale.

Francia, Inghilterra e Germania hanno invitato i propri cittadini presenti in Cina di lasciare il paese. Altri tre paesi asiatici, Singapore, Malesia e Thailandia, hanno segnalato nuovi contagi non direttamente collegati alla Cina.

Leggi anche: