Coronavirus, la Grecia smentisce: «Mai chiesto certificazione “virus free” sul Grana Padano»

La notizia, circolata ieri, raccontava di misure restrittive nei confronti dell’export italiano

Le autorità greche smentiscono quanto riportato da alcuni media italiani ieri, 28 febbraio, secondo cui gli esportatori di Grana Padano avrebbero ricevuto richiesta di certificati che attestassero la non contaminazione da Coronavirus del formaggio italiano. La merce esportata, secondo quanto detto, avrebbe dovuto avere una sorta di bollino “virus free”.


In una nota diramata proprio dall’Ambasciata di Grecia viene sottolineato che «per quanto riguarda articoli pubblicati in Italia, che fanno riferimento all’esigenza di certificati da cui risulta che il formaggio grana-padano importato in Grecia non è contaminato dal virus Covid19, l’Ambasciata di Grecia a Roma informa che le autorità elleniche non hanno emesso nessuna relativa raccomandazione o direttiva».

Il parere degli esperti:

Leggi anche: