OpenMedia della settimana: cala la Lega, bene il PD, resistono Forza Italia e il M5s

OpenMedia è la media aritmetica dei sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani in esclusiva per Open. Concorrono alla media tutti i sondaggi pubblicati dai maggiori istituti demoscopici nella settimana appena conclusa

Nella settimana caratterizzata dalle notizie (e dalle inevitabili polemiche) sul Coronavirus, i maggiori Istituti Demoscopici hanno sondato prevalentemente l’umore degli italiani sull’azione di governo messa in campo per affrontare l’emergenza sanitaria e marginalmente le intenzioni di voto. Sono solo 5 infatti i sondaggi che concorrono alla nostra OpenMedia: Swg, Ixè, Emg, Piepoli e Tecnè.

Settimana dal 23 al 29/02/2020.

Abbastanza per registrare un altro piccolo passo indietro per la Lega, la cui percentuale media è un netto 30% (-0,4%), con un massimo (e questo è il dato più interessante rispetto al passato) del 31,3% per Swg.

Sale invece ancora un po’ il Partito Democratico, questa settimana al 21%, un valore superato in tre (Tecnè, Ixè e Emg) dei cinque sondaggi analizzati.

In lieve ripresa il Movimento Cinque Stelle al 14,4% (+0,3), sebbene la rilevazione di Tecnè riporti una sostanziale parità con Fratelli d’Italia (13,4 % vs 13,1%), con la drammatica (per i grillini) eventualità di perdere anche la terza piazza tra i partiti favoriti dagli italiani.

Quello di Giorgia Meloni invece si mantiene stabilmente al 12%, quasi 14 per Ixè (13,7%). Resiste e guadagna uno 0,3% Forza Italia, uno dei partiti su cui le previsioni di voto sono sempre difficili. Questa settimana sale al 6,3%.

Italia Viva rimane al 4%, ma anche in questo caso gli istituti non sono concordi sull’effettivo valore del partito. È più vicino al reale il 3% di Ixè o il 5% di Emg e Piepoli?

Nessuna nuova per Azione di Carlo Calenda, fermo al 2%, che questa settimana si lascia superare da +Europa (in risalita al 2,2%). La Sinistra è al 2,6%, mentre i Verdi all’1,8%.

Leggi anche: