Coronavirus, sondaggio Masia: sale la fiducia in Conte. L’emergenza ci renderà più solidali? Gli italiani si dividono

Secca bocciatura invece sul rispetto degli inviti a stare a casa: per la maggior parte degli italiani, non c’è un generale rispetto delle regole

Cresce la fiducia nel presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel pieno dell’emergenza Coronavirus. Secondo l’ultimo sondaggio Emg-Acqua diffuso da Agorà su Raitre, il sostegno per il premier è cresciuto di tre punti in una settimana. A seguire c’è la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, in calo di un punto, raggiunta in seconda posizione da Matteo Salvini. Segue in risalita Nicola Zingaretti, quarto Luigi di Maio e poi il volto più popolare del movimento delle Sardine, Mattia Santori, nel quale gli italiani dicono di aver più fiducia rispetto a Silvio Berlusconi.


L’aggravarsi dell’emergenza fa contestualmente crescere i timori tra gli italiani. Il 66% si dice più preoccupato, mentre solo il 25% si sente più fiducioso.

Mentre continuano gli appelli per il rispetto delle restrizioni contro i contagi, da Nord a Sud si continuano a registrare casi di violazioni, con gente in giro nei parchi e che affollano i supermercati. Scene che spingono gli italiani a dare un giudizio negativo sul comportamento generale: il 57% pensa che gli inviti delle autorità non siano rispettati a sufficienza. Solo il 37% pensa che sia più adesione alle regole.

Come ne usciremo dall’emergenza è un tema che divide gli italiani. Il 42% immagina che una volta finita la crisi, saremo più solidali. Ma per il 40% tutto rimarrà come prima.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: