Coronavirus, 270mila morti in tutto il mondo. Usa, positiva la portavoce di Mike Pence. La regina Elisabetta parla di nuovo alla nazione

Donald Trump ha dichiarato di non aver avuto contatti con la portavoce. In Inghilterra le vittime sono 33.021 secondo l’Ons; oltre 36.000 se si contano Scozia, Galles e Irlanda del Nord

Sono 3.877.914 le persone contagiate da Coronavirus nel mondo, 270.537 i morti. Gli Stati Uniti rimangono il Paese più colpito con 1.259.777 casi, seguono Spagna (221.447) e Italia (215.858). Per numero di vittime è invece il Regno Unito il secondo Paese più colpito dopo gli Usa, segue l’Italia, secondo i dati della Johns Hopkins University. E ci sarebbe la prima vittima tra i più piccoli: un bambino di cinque anni morto a New York.

Regno Unito

Epa | La regina Elisabetta, 8 maggio 2020

La regina Elisabetta si è rivolta all’Inghilterra con un discorso trasmesso in Tv per il VE Day, nel 75esimo anniversario della Vittoria sulla Germania nazista. La regina britannica, al suo secondo discorso alla nazione dall’esplosione della pandemia da Coronavirus, ha esordito ricordando come il messaggio di oggi venga trasmesso a 75 anni esatti da quando suo padre, re Giorgio VI, annunciò alla radio la fine della II Guerra Mondiale in Europa. «Mai arrendersi, mai disperare», ha detto.

La situazione contagi nel Regno Unito

Sono oltre 36.000 i morti nel Regno Unito: a metterlo nero su bianco è l’agenzia Pa, sulla base di una nuova elaborazione dell’Ons, ovvero l’Istat inglese. Nel conteggio sono stati inseriti anche i 3.417 decessi – negli ospedali del Regno Unito il 25 aprile e il 7 maggio – la cui causa era stata definita dubbia e che, invece, è stata accertata dopo la morte. In Inghilterra le vittime, in totale, sono 33.021 secondo l’Ons; oltre 36.000 se si contano Scozia, Galles e Irlanda del Nord.

Usa

EPA/MICHAEL REYNOLDS |Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump

L’agenzia federale chiede a Trump di rimettere Bright al suo posto

L’Office of Special Counsel, l’agenzia investigativa e giudiziaria federale indipendente, ha chiesto di far tornare al suo posto Rick Bright, il medico che era alla guida del dipartimento del ministero della Salute preposto a sviluppare il vaccino contro il Coronavirus.

L’agenzia ha riferito di aver trovato «ragionevoli basi per credere» che l’amministrazione Trump abbia agito in reazione alla sua opposizione a promuovere idrossiclorochina come trattamento contro il Covid-19. Bright aveva raccontato anche che l’amministrazione Trump respinse i suoi allarmi sul Covid-19 quando consigliò di agire urgentemente dopo l’allarme dell’Oms a gennaio.

EPA/Doug Mills | Marc Short e Katie Miller

Positiva la portavoce di Pence

Katie Miller, la portavoce del vicepresidente americano Mike Pence, è risultata positiva al Coronavirus. Lo ha reso noto Donald Trump, precisando che la donna non ha avuto contatti con lui ma che ha invece trascorso del tempo con il suo vice.

A New York muore un bimbo di 5 anni

Secondo quanto afferma il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo, si sta indagando su come Covid-19 abbia un impatto sui bambini dopo che un bambino di 5 anni a New York City è morto questa settimana per complicazioni legate al Coronavirus. «Questo è l’incubo di ogni genitore, giusto? Che tuo figlio possa essere effettivamente affetto da questo virus. Ma è qualcosa che dobbiamo considerare seriamente ora», dice Cuomo in un briefing informativo.

«Sebbene rari, stiamo assistendo ad alcuni casi in cui i bambini affetti dal virus Covid possono ammalarsi con sintomi simili alla malattia di kawasaki o alla sindrome tossica da shock». Il bambino a New York è morto giovedì e il dipartimento di salute dello stato sta indagando su molti altri casi, spiega Cuomo. La sindrome da shock tossico è una rara condizione pericolosa per la vita causata dall’ingresso di batteri nel corpo e dal rilascio di tossine dannose.

La malattia di Kawasaki provoca gonfiore dei vasi sanguigni del cuore e colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai 5 anni, secondo il servizio sanitario nazionale del Regno Unito. La Mayo Clinic afferma che di solito è curabile. L’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito che il Coronavirus sembra causare in alcuni bambini lo sviluppo di una rara malattia infiammatoria.

La diffusione del Covid-19 negli Usa

Ansa | Joe Biden

Negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono morte 2.448 persone a causa del Coronavirus, sale a 75.500 il totale della vittime. Mentre sono più di 1,2 milioni le persone contagiate. Lo sfidante dem alle prossime presidenziali, Joe Biden, accusa Donald Trump di una cattiva gestione dell’emergenza. «In ogni passaggio di questa pandemia il presidente Trump ha ignorato gli esperti, sminuito la minaccia posta dal Covid-19 e ingannato gli americani. E ora stiamo tutti pagandone il prezzo», ha detto Biden.

Ieri, 7 maggio, è risultato positivo anche un membro dello staff del presidente che si è sottoposto a un nuovo test, risultato negativo. Intanto l’economia americana ha perso 20,5 milioni di posti di lavoro solo nel mese di aprile con il tasso di disoccupazione degli Stati Uniti che è volato al 14,7%. Un dato preoccupante, il peggiore da quando è iniziata la raccolta dei dati nel 1939.

Russia

Epa | Russia

Per il sesto giorno consecutivo in Russia si sono registrati più di 10mila contagi (+10.699 rispetto a ieri) da Coronavirus. Di queste, oltre la metà sono state rilevate a Mosca, dove il lockdown è stato prorogato sino al 31 maggio. Sin dall’inizio della pandemia in Russia i casi sono stati complessivamente 187.859, mentre resta contenuto il numero dei decessi complessivi, 1.723. Al netto di questi dati e di questo trend crescente nel numero di persone positive la Russia è ora quinta al mondo per numero di contagiati.

Tunisia

Epa | Tunisia

Nelle ultime 24 ore in Tunisia si è registrato solo un nuovo caso di Covid-19, portando così il numero delle persone contagiate a 1.026. Sin dall’inizio della pandemia nel paese nordafricano si sono registrati 44 decessi e 600 guarigioni. 33 le persone ricoverate negli ospedali del Paese: 22 di queste si trovano in terapia intensiva.

America Latina


Ansa | Murale dell’artista Marcos Costa in Brasile

Nelle ultime 24 ore i contagi in America Latina sono saliti di 20mila casi, portando il totale a 320.229. I morti sono 17.400. È quanto emerge da una rilevazione dell’agenzia di stampa Ansa. Il Brasile rimane il Paese più colpito con 135.693 contagi e 9.190 morti, seguono Perù (58.526 e 1.627 morti) e Ecuador (30.298 e 1.654). Nelle ultime 24 ore in Brasile sono morte 610 persone, secondo i dati del ministero della Salute, 9.888 i nuovi contagi. È risultato positivo anche il portavoce del presidente brasiliano Jair Bolsonaro. In Perù è risultato positivo il ministro dell’Agricoltura, che ora si trova in isolamento domiciliare.

Foto in copertina: Afp

Leggi anche: