Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Fauci conferma al Congresso come il vaccino alimenta la pericolosità del Coronavirus? No! Frasi decontestualizzate

Un sito pro Trump italiano diffonde una piccola parte dell’intervento di Fauci al Senato americano, decontestualizzando il significato

Il 12 maggio 2020 il sito dei sostenitori italiani di Donald Trump IoConTrump.com pubblica un articolo dal titolo «Dr. Fauci conferma al Congresso come il vaccino alimenta la pericolosità del Coronavirus»:

Ormai è ufficiale: davanti al Congresso il Dr. Fauci ha confermato la tesi che i vaccini producono un effetto negativo sulla salute del vaccinato affetto da Coronavirus.

Ecco la frase riportata per sostenere la tesi dal sito trumpista:

Durante il dibattito emerge la notizia più importante, e per certi versi più attesa, arrivata direttamente dal Dr. Fauci, il quale ha affermato che esiste una correlazione negativa tra i vaccini e il Coronavirus. “Devo avvertire che esiste la possibilità di conseguenze negative, alcuni vaccini possono effettivamente aumentare l’effetto negativo dell’infezione da COVID-19“.

Se invece di leggere il sito trumpista andassimo a vedere l’intervento di Fauci scopriamo che il tutto è stato decontestualizzato, snaturando il vero significato delle sue dichiarazioni al Senato americano.

L’intervento di Fauci

Online è disponibile la trascrizione dell’intervento di Fauci del 12 maggio 2020 presso il Senato americano. Il senatore Lamar Alexander, durante il suo intervento, parla dei vaccini e delle intenzioni dell’amministrazione di usarne uno prima che sia stata dimostrata la sua affidabilità:

In addition to more testing, I expect Dr. Fauci to talk to us about additional treatments that will be available to reduce the risk of death and the administration’s plan to do something that our country has never done before, which is to start manufacturing a vaccine before it actually has been proven to work, in order to speed up the result in case it does work.

Nella seconda parte della risposta al senatore, Fauci parla dei vaccini e della ricerca di quello o quelli che potrebbero combattere il virus:

Moving on to vaccines, there are at least eight candidate COVID-19 vaccines in clinical development. The NIH has been collaborating with a number of pharmaceutical companies at various stages of development. I will describe one very briefly, which is not the only one, but one that we have been involved in heavily developing with Moderna. It’s a messenger RNA platform. You might recall in this committee that in January of this year, I said that it would take about one year to 18 months if we were successful in developing a vaccine.

Fauci parla di 8 vaccini sui quali si stanno facendo i test e delle case farmaceutiche che stanno collaborando con il NIH (l’agenzia del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti), ma ricorda anche quanto aveva affermato già a gennaio spiegando che ci sarebbero voluti da un anno a 18 mesi per ottenere dei risultati soddisfacenti. Fauci continua:

The NIH trial moved very quickly. On January 10th, the sequence was known. On January the 11th, the Vaccine Research Center met to develop a plan. On the 14th of January, we officially started the vaccine development. 62 days later, we are now in Phase I clinical trial with the two doses already fully enrolled. There will be animal safety. The Phase I will directly go into Phase II-III in late spring and early summer. If we are successful, we hope to know that in the late fall and early winter.

Fauci ripercorre gli sviluppi, dalla conoscenza della sequenza del virus e del via alla ricerca del vaccino a partire dal 14 gennaio, con la speranza che intorno a fine primavera e inizio estate si facciano dei passi in avanti con la speranza di vederne il successo tra l’autunno e l’inverno. Ecco la parte dove troviamo la citazione decontestualizzata dal sito trumpista:

There are some important issues, however, in COVID-19 vaccine development. We have many candidates and hope to have multiple winners. In other words, it’s multiple shots on goal. This will be important because this will be good for global availability if we have more than one successful candidate. We also, as the chairman mentioned, will be producing vaccine at risk, which means we’ll be investigating considerable resources in developing doses even before we know any given candidate or candidates work. I must warn that there’s also the possibility of negative consequences where certain vaccines can actually enhance the negative effect of the infection. The big unknown is efficacy. Will it be present or absent and how durable will it be?

Fauci parla dei possibili problemi nello sviluppo del vaccino. Ricorda che ci sono numerose sperimentazioni per un vaccino e spera che molti raggiungano l’efficacia, così da avere maggiori possibilità in merito alla disponibilità globale. Mette però in guardia di fronte all’intenzione di usare un vaccino che non sia stato adeguatamente testato, un’azione che potrebbe generare conseguenze negative se non fosse efficace.

La scoperta dell’acqua calda

Fauci non dice nulla di nuovo, la sperimentazione dei farmaci e dei vaccini non è uno scherzo e bisogna andare con i piedi di piombo prima di approvare e distribuire al mondo un prodotto del genere. Sul sito dell’AIFA potete farvi un’infarinatura di come viene approvato un farmaco, ma citiamo un episodio del 2006 per comprendere i rischi di un accelerazione: la storia del farmaco sperimentale chiamato TGN1412.

Il farmaco sperimentale venne testato su otto volontari al fine di verificarne l’efficacia e eventuali effetti collaterali. Due ricevettero un placebo, mentre gli altri sei iniziarono a sentirsi male: mal di testa, febbre, vomito e fortissimi dolori, tanto che uno di loro si stracciò i vestiti perché si sentiva bruciare. Vennero ricoverati in situazioni gravissime, ma per fortuna riuscirono a sopravvivere seppur con qualche problema.

Rendiamoci conto che i volontari avevano un’età compresa tra i 19 e 34 anni e nessuno di loro aveva una storia clinica particolare per addossare completamente la colpa al farmaco. Che cosa era successo? Il corpo reagì al farmaco scatenando una tempesta di citochine, un problema che anche oggi vediamo in alcuni pazienti Covid-19. Immaginate, dunque, se un vaccino venisse distribuito al mondo senza essere stato testato adeguatamente.

Conclusioni

Il sito trumpista riporta solo ciò che conviene per la narrazione amata da coloro che vogliono screditare la ricerca del vaccino. Fauci mette in guardia sui rischi di un accelerazione e di un salto dei vari studi scientifici sui vaccini immettendone uno su vasta scala senza conoscerne l’efficacia e i rischi. Guidereste un’automobile senza che abbiano fatto i test di sicurezza? E se non funzionano i freni nel momento del bisogno?

Open.online is working with the CoronaVirusFacts/DatosCoronaVirus Alliance, a coalition of more than 100 fact-checkers who are fighting misinformation related to the COVID-19 pandemic. Learn more about the alliance here (in English)

Continua a leggere su Open

Leggi anche: