Coronavirus. Esame in presenza e la tesina da inviare entro il 13 giugno: come sarà la Maturità 2020 – L’infografica

Si inizia il 17 giugno e tutti ammessi: il Miur ha pubblicato dei chiarimenti sull’esame di Stato 2020

Si inizierà il 17 giugno alle 8.30, ogni giorno verranno valutati massimo cinque candidati per commissione, che sarà composta da 6 membri interni e un presidente esterno. Ad elencare per punti quanto dichiarato dalla ministra Lucia Azzolina è il Miur, che sui canali social ha pubblicato delle infografiche per spiegare agli studenti come sarà la Maturità 2020, in piena emergenza Coronavirus.


La prova sarà una sola: l’orale. Si partirà da un elaborato da inviare entro 13 giugno alla commissione. La “tesina” sarà su un argomento di indirizzo e andrà, in sostanza, a sostituire la classica seconda prova. Mentre al posto della prima prova verrà analizzato, davanti alla commissione, un testo. Per gli studenti dei licei musicali e coreutici, la discussione sarà integrata da una parte performativa che durerà massimo 10 minuti. Nel complesso la prova orale durerà circa un’ora.

Alla prova verranno ammessi tutti, ma «i crediti di accesso e il voto finale si baseranno sul percorso realmente fatto», precisa il Miur. La prova orale varrà massimo 40 punti, mentre massimo 60 verranno assegnati al percorso di studi. Il punteggio minimo per superare l’esame rimane 60/100, mentre il massimo 100/100.

Leggi anche: