Coronavirus, la Mostra del cinema di Venezia si farà a settembre «come previsto»: arriva la conferma di Zaia

Mentre la Mostra del Cinema viene confermata dal 2 al 12 settembre, la Biennale di Venezia comunica che la 17ma Mostra Internazionale di Architettura si sposta al 2021

La Mostra del cinema di Venezia «si farà a settembre come previsto». La conferma arriva oggi dal governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, che fa parte del consiglio di amministrazione. «Gli esperti dicono che settembre è la finestra per le elezioni, quindi si può fare la Mostra», dice Zaia. La notizia era nell’aria: già un mese fa, ad aprile, il direttore Alberto Barbera, aveva spiegato che nonostante il lockdown causato dal Coronavirus il lavoro di selezione rimaneva inalterato. «Da parte nostra continuiamo a lavorare esattamente come gli anni scorsi».

Rinviata la Mostra Internazionale di Architettura

Mentre la Mostra del Cinema viene confermata dal 2 al 12 settembre, la Biennale di Venezia comunica che la 17ma Mostra Internazionale di Architettura – ‘How will we live together?‘ – curata da Hashim Sarkis e prevista a Venezia dal 29 agosto al 29 novembre 2020, è stata posticipata al da sabato 22 maggio a domenica 21 novembre del 2021.

«Ho parlato con il presidente Roberto Cicutto e sul problema Biennale Architettura è stato detto che la maggior parte degli espositori non se la sentiva di fare gli allestimenti dei padiglioni», dice oggi Zaia. «Sulla Mostra del cinema probabilmente non ci saranno tutte le produzioni che siamo abituati a vedere perché si sono fermate le lavorazioni ed anteprime dei film».

In copertina ANSA/Fabio Muzzi | Una veduta aerea del lido di Venezia, vicino al Palazzo del Cinema, durante il lockdown, Venezia, Italia, 28 aprile 2020.

Leggi anche: