«Avremmo voluto cantare Venditti e avere paura tutti insieme per la Maturità», il video dello studente prima degli esami

«Questa maturità non sarà mai solo nostra, perché abbiamo dovuto condividerla con il virus», dice il 19enne in un video diventato virale sui social

«Non l’abbiamo immaginata così. Avremmo voluto passare gli ultimi giorni con i nostri compagni di banco, andare a mangiare una pizza a cento giorni dalla Maturità, cantando tutti insieme Venditti». Inizia così il videomessaggio che Matteo Duchini, studente di 19 anni dell’istituto Gadda Rosselli di Gallarate, ha voluto condividere sui social per raccontare la “sua” Maturità che dovrà affrontare durante l’emergenza Coronavirus.

«Avremmo voluto avere paura, quella paura che hanno avuto tutti. Avremmo voluto gli abbracci, lo spumante, avremmo voluto la folla davanti al tabellone dei voti e avremmo voluto l’estate della Maturità. Invece non vivremo nulla di questo…», continua il videomessaggio che è stato rilanciato da Alberto Pellai, psicoterapeuta dell’età evolutiva, ed è diventato virale sui social.

Dalla cena dei 100 giorni, all’ansia da esame, da “Notte prima degli esami” all’ultimo giorno di scuola, Matteo ripercorre tutte le “tappe” che un maturando dovrebbe vivere, ma di cui i ragazzi della Maturità 2020 saranno privati a causa della pandemia. «Questa maturità non sarà mai solo nostra, perché abbiamo dovuto condividerla con il virus».

«Abbiamo fatto lezione a distanza, abbiamo litigato a distanza, ci siamo persi per ore su Instagram e a guardare serie tv. E poi siamo stati bravissimi a inventarci mille scuse: il microfono non va, non funziona il Wifi», continua il 19enne. Per Matteo il videomessaggio diventa anche un’occasione per salutare i compagni e ringraziare i suoi docenti: «Ringrazio tutti i prof per esserci stati, grazie per averci fatto vedere un po’ di parte umana, di più di quella mostrata in classe».

Video copertina: Instagram | Matteo Duchini

Immagine di copertina: Instagram | Matteo Duchini

Leggi anche: