La coppia di turisti cinesi salvata dallo Spallanzani dona 40 mila dollari per la ricerca

Il bel gesto arriva inaspettato da parte dei due turisti di Wuhan ai quali lo Spallanzani di Roma ha salvato la vita, dopo la scoperta del contagio lo scorso 29 gennaio

La coppia di turisti cinesi curati dall’Istituto Spallanzani di Roma ha deciso di donare 40 mila dollari al centro ricerca romano per contribuire agli studi sul Coronavirus. Un gesto di riconoscenza, come riporta l’AdnKronos, da parte dei primi due contagiati in Italia, tornati in Cina ormai dallo scorso 20 aprile, dopo quasi tre mesi di ricovero con un lungo periodo in terapia intensiva.


I due turisti, lui ingegnere biochimico di 66 anni e lei professoressa di 65, si trovavano in hotel nella capitale quando sono stati soccorsi e trasportati allo Spallanzani come i primi casi in Italia malati di Covid-19. La coppia arrivava dall’aeroporto di Malpensa insieme a una comitiva di connazionali, per poi arrivare fino a Roma, dove avrebbero proseguito il loro tour per l’Italia. La sera del 29 gennaio, dopo i primi sintomi evidenti, sono stati portati allo Spallanzani, dove sono rimasti per ben 49 giorni.

Leggi anche: