Coronavirus, la stoccata di Mattarella a Boris Johnson: «Gli italiani amano la libertà, ma anche la serietà»

La replica del capo dello Stato al premier britannico, che a proposito dell’impennata di contagi nel Regno Unito aveva detto: «La differenza fra il nostro Paese e molti altri sta nel fatto che noi amiamo da sempre la libertà»

«Anche noi italiani amiamo la libertà ma abbiamo a cuore anche la serietà». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in risposta a chi gli chiedeva cosa pensasse di quanto dichiarato dal premier britannico Boris Johnson sugli inglesi che, a differenza di italiani e tedeschi, amano la libertà.


Nel corso di un question time ieri alla Camera dei comuni – in risposta a una contestazione del deputato laburista Ben Bradshaw su come mai Germania o Italia registrino al momento meno contagi da Coronavirus senza aver adottato le nuove misure restrittive annunciate ieri dal premier – Boris Johnson aveva spiegato che ciò è anche frutto della mentalità liberale più diffusa nel Regno rispetto «a molti altri Paesi».

«C’è un’importante differenza – aveva detto BoJo – fra il nostro Paese e molti altri nel mondo poiché il nostro è un Paese che ama da sempre la libertà. Se guardiamo alla storia degli ultimi 300 anni, ogni avanzamento, dalla libertà di parola alla democrazia, è venuto virtualmente da questo Paese». «E’ quindi molto difficile – aveva concluso – chiedere al popolo britannico di obbedire uniformemente alle direttive oggi necessarie».

Leggi anche: