Stavolta è Beppe Grillo a essere espulso, ma da Ebay: tutta colpa della sua pietra pomice in vendita a 1.000 euro

La pietra pomice “dello scandalo” era stata messa in vendita ieri da Beppe Grillo sul sito di shopping per «smerigliare il cervello dalla stupidità umana»

«Gentile elevatobeppegrillo», comincia così la lettera scritta da Ebay a Beppe Grillo, per comunicare al comico la decisione di espulsione immediata dal sito. La piattaforma di e-commerce è intervenuta dopo l’annuncio comparso ieri a nome di Grillo in cui «l’Elevato», così si è definito, aveva messo in vendita una pietra pomice per «smerigliare il cervello dalla stupidità umana», alla modica cifra di 1.000 euro. Il risultato è stata la sospensione permanente da parte di Ebay, con la relativa cancellazione di tutti gli account correlati al nickname di “elevatobeppegrillo”.


«Dopo aver esaminato le attività correlate al tuo account abbiamo deciso di sospenderlo» si legge nella comunicazione apparsa sul sito, «in quanto riteniamo che tali attività costituiscono un rischio per la community di eBay». Una decisione che il team del sito definisce «inappellabile» e che lo stesso Grillo riporta, senza alcuna didascalia di commento, anche sul suo profilo Facebook.

Ebay si scusa per il disappunto e il disagio che la decisione «potrà causare», ma di tutta risposta conclude la lettera con l’attestazione di rimozione del prodotto messo in vendita da Grillo. «I seguenti oggetti sono stati rimossi: PIETRA POMICE DELL’ELEVATO BEPPE GRILLO», si legge con tanto di codice annesso.

Diverse le reazioni sui social da parte degli utenti. Tra i commenti di chi si diverte, «avevo fatto posto in bacheca vicino al sale di Vanna Marchi», c’è anche chi critica la piattaforma di shopping: «Roba da non credere, non comprerò più sul sito».

Foto in copertina: Ansa

Leggi anche: