Focolaio con 14 positivi nel Genoa, l’infettivologo Bassetti: «Può essere la Waterloo dei tamponi». L’inganno dei test negativi e degli asintomatici

«I tamponi danno una falsa patente di negatività», ha detto il direttore del San Marino di Genova

Matteo Bassetti, direttore dell’ospedale San Martino di Genova, ha commentato su Facebook quanto successo nel Genoa, che ieri ha comunicato di aver trovato 14 tesserati positivi al Coronavirus. «Quello che sta accadendo al Genoa – ha scritto – potrebbe rappresentare la Waterloo dei tamponi».


Bassetti, in conflitto aperto con chi, come Andrea Crisanti, propone un uso massiccio dei test diagnostici per controllare l’andamento dell’epidemia, ha insistito sulla «falsa patente di negatività» data dai tamponi. «I tamponi possono dare, da una parte una falsa patente di negatività e di liberi tutti e dall’altra produrre un esercito di positivi asintomatici».

«Dopo poche ore dall’esito di tamponi negativi per tutta la squadra si è assistito a numerose positività con probabili conseguenze importanti sul futuro del campionato di Serie A», ha scritto l’infettivologo. «Occorre rimettere al centro la clinica fatta di segni e sintomi, che unita alla virologia, rimane lo strumento migliore per la gestione della pandemia».

Leggi anche: