Juve-Napoli, il club di De Laurentiis solo ora decide di isolare i negativi in hotel. Il Giudice sportivo prende tempo

Finora i giocatori del club di Aurelio De Laurentiis hanno atteso gli esiti dei vari tamponi in casa propria, scegliendo solo oggi di isolare la squadra nella “bolla” in hotel. Intanto il Giudice sportivo chiede un supplemento di indagine, inviando la pratica alla Procura federale

Solo ora il Napoli si prepara a mettere in isolamento tutti i giocatori risultati negativi, con le polemiche ancora calde il giorno dopo la mancata partita contro la Juventus allo Stadium per la quale la squadra di Gennaro Gattuso rischia la sconfitta a tavolino. Questa mattina i giocatori del Napoli si sono sottoposti a un nuovo giro di tamponi per il Coronavirus, esami fatti nelle rispettive abitazioni direttamente dalla Asl trattandosi dei contatti diretti nel “gruppo squadra” ai due risultati positivi nei giorni scorsi, Zielinski ed Elmas.


Una volta ottenuti i risultati, la squadra andrà in ritiro a Castel Volturno, stavolta in hotel che sarà isolato, così da evitare di portare altri positivi nel gruppo. Ed è sulla tempistica della decisione della società che rischiano di infiammarsi altre polemiche contro il club di Aurelio De Laurentiis, visto che fino ad oggi i giocatori tra un tampone e l’altro hanno sempre soggiornato nelle proprie abitazioni, anche dopo la scoperta dei due positivi.

La decisione del Giudice sportivo rischia di slittare

La decisione del Giudice sportivo prevista per martedì 6 ottobre sull’esito di Juventu-Napoli non arriverà. Secondo quanto riporta la Repubblica, il Giudice sportivo Gerardo Mastrandera ha chiesto più tempo per esaminare la pratica. Una decisione sull’eventuale 3-0 a favore della Juve o un possibile rinvio della partita potrebbe arrivare mercoledì. Sempre che non intervenga il procuratore federale Giuseppe Chinè, al quale Mastrandera ha inviato gli atti per chiedere un supplemento di indagine.

Leggi anche: