Coronavirus, Mattarella alle imprese: «L’Ue ha dato le risorse. Dobbiamo cogliere l’opportunità». In Germania quasi 15 mila casi in un giorno

Il presidente della Repubblica ha inviato un messaggio all’assemblea della CNA. La Germania segna un nuovo giorno record per i nuovi contagi

Italia

«Abbiamo fiducia nella nostra capacità di affrontare questo momento cruciale con scelte e comportamenti che consentano di puntare alla ripresa della crescita, contenendo i contagi ed evitando costi ancor più elevati per la società intera e ciascuno di noi». Sono queste le parole indirizzate dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente della Confederazione nazionale dell’artigianato e della Piccola e media impresa Daniele Vaccarino, in occasione dell’Assemblea della CNA.


In un momento in cui l’impennata nei contagi ha costretto il governo a nuove restrizioni, Mattarella dichiara che un rischio che il Paese non può correre «è che alle disuguaglianze tra territori esistenti nel nostro Paese si aggiungano quelle derivanti da effetti della pandemia». Rivolgendosi poi alle imprese il capo dello Stato ha sottolineato come l’Ue abbia dimostrato di «saper cogliere la delicatezza della situazione, ha messo a disposizione strumenti che permettono di mobilitare risorse ingenti. È una opportunità che va colta per ammodernare il Paese».

Polonia

EPA/Piotr Nowak | La fila all’ingresso di un laboratorio per i test sul Coronavirus a Varsavia, in Polonia

La Polonia si prepara ad affrontare un nuovo lockdown nazionale, dopo che i dati dei contagi hanno ripreso a crescere con 13.632 nuove infezioni solo ieri, venerdì 23 ottobre. Negli ultimi sette giorni, secondo il conteggio della Johns Hopkins University, i nuovi casi di Coronavirus sono stati 64.783 per un totale di 214.686 e oltre 4 mila morti.

Se la prima ondata dello scorso marzo aveva di fatto risparmiato al Paese dati pesanti rispetto al resto dell’Europa anche grazie a una chiusura rapida su tutto il territorio nazionale, con la seconda ondata la rapidità della curva epidemiologica ha spinto il primo ministro Mateusz Morawiecki ad accelerare per imporre nuove restrizioni a partite da oggi, dopo aver definito l’intero Paese una «zona rossa».

Le nuove misure in Polonia prevedono la chiusura di tutti i bar e ristoranti, la didattica a distanza per quasi tutte le scuole, compresa le università, e l’obbligo della mascherina ovunque. Su tutto il Paese è stato imposto un coprifuoco che prevede il divieto per i ragazzi sotto i 16 di uscire di casa non accompagnati da un adulto dalle 16 alle 8 del giorno dopo. Vietati per tutti gli assembramenti oltre le cinque persone. Chiuse palestre e piscine, mentre il governo ha invitato gli anziani sopra i 70 anni di restare in casa.

Il presidente Duda positivo

A risultare positivo al tampone è stato anche il presidente polacco Andrzej Duda. A darne notizia è stato il suo portavoce. Duda, che ha 48 anni, era andato ieri in visita all’ospedale da campo in costruzione nello Stadio Nazionale di Varsavia, che dovrebbe offrire fino a 500 letti ai malati per la cura dei malati di Covid-19.

Germania

EPA/KENZO TRIBOUILLARD | La cancelliera tedesca Angela Merkel

Peggiora la curva epidemiologica in Germania con l’ennesimo record giornaliero di casi di Coronavirus registrato nelle ultime 24 ore. Sono 14.714 i nuovi contagi rilevati dall’Istituto Robert Koch, mentre le vittime hanno superato la soglia psicologica dei 10 mila, mentre le infezioni totali nel Paese sono salite a 403.291. Un situazione definita dal presidente dell’Istituto Koch, Lothar Wieler: «Molto grave», invitando la popolazione a rispettare il più possibile le indicazioni sul distanziamento sociale.

Un appello che arriva pochi giorno dopo quello della cancelliera Angela Merkel, che in un accorato discorso al Paese aveva pregato i tedeschi di stare a casa e ridurre i contatti sociali. «Quale sarà l’inverno, quale sarà il nostro Natale – aveva detto Merkel – sarà deciso nei giorni e nelle settimane a venire».

Leggi anche: