Lopalco controcorrente: «Colpa delle discoteche aperte in estate? Ma proprio no!»

L’epimiologo e neoassessore alla Sanità in Puglia si smarca dalla maggior parte dei colleghi che attribuisce alla movida estiva l’attuale aumento dei contagi. Nelle zone più affollate di turisti in Puglia questa estate, dice Lopalco, i contagi oggi crescono meno che altrove

Nel pieno della discussione sulle cause di un così forte aggravamento del contagio di Coronavirus in tutta Italia, il professor Pier Luigi Lopalco, ora assessore regionale alla sanità in Puglia, rompe il fronte degli esperti che attribuiscono al lassismo estivo nei luoghi di vacanza la responsabilità della situazione di oggi. «Non è affatto vero che tutto nasce dalle discoteche aperte in agosto – ha detto a Omnibus -; là allora erano tutti negativi, come nel resto d’Italia. La prova di questo viene proprio dalla mia regione, dove il Salento è uno dei centri della movida estiva: ebbene, quella zona della Puglia, colma di turisti e di attività nei mesi delle vacanze, oggi è quella col più basso indice di crescita del contagio di tutta la regione».


Leggi anche: