Trump torna a parlare: «Non faremo mai il lockdown». Conte chiama Biden: «Collaboriamo su sfide globali»

Il discorso del presidente – il primo dalle elezioni – arriva il giorno in cui sono stati assegnati gli ultimi grandi elettori nelle elezioni del 3 novembre, rafforzando ulteriormente la vittoria di Biden

Con i dati sul Coronavirus in aumento – sono oltre 500 mila i nuovi casi positivi registrati da lunedì negli Stati Uniti – Donald Trump punta tutto sul vaccino sviluppato dall’azienda farmaceutica Pfizer. «Sarà approvato molto presto», ha dichiarato durante la sua prima conferenza stampa pubblica dal giorno delle elezioni vinte da Joe Biden, che oggi ha aumentato ulteriormente il suo vantaggio. Secondo il presidente dovrebbe arrivare «prestissimo» un’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino ed entro aprile 2021 dovrebbe disponibile per l’intera popolazione.


Nel frattempo tornano i primi lockdown in alcuni stati Usa. A partire dal New Mexico dove da lunedì i cittadini dovranno rimanere a casa per due settimane. Anche la governatrice dell’Oregon, Kate Brown, ha deciso di fare altrettanto, annunciando un nuovo lockdown di due settimane a partire da mercoledì prossimo. Nonostante questo – e mentre Biden invoca una «risposta federale robusta e immediata», Trump insiste: «Questa amministrazione non varerà mai alcun lockdown, in nessuna circostanza».

Usa 2020, Biden vince con 306 grandi elettori. E Conte gli telefona

Intanto sono stati assegnati i grandi elettori per gli stati rimanenti. Il risultato è esattamente l’opposto del 2016. Allora Donald Trump aveva conquistato 306 grandi elettori mentre Hillary Clinton 232. Questa volta il tycoon si è fermato a 232 grandi elettori, almeno secondo il bilancio finale delle elezioni arrivato dopo l’assegnazione degli ultimi due Stati. Joe Biden ha conquistato ufficialmente anche la Georgia con i suoi 16 grandi elettori.

Ormai la vittoria di Biden, nonostante le resistenze da parte di Trump, è sempre più conclamata e così anche i leader mondiali stanno gradualmente stringendo i rapporti con la prossima amministrazione. Oggi sono arrivate le congratulazioni anche da parte della Cina, con qualche giorno di ritardo rispetto agli altri leader mondiali (la Russia non si è ancora congratulata formalmente con Biden).

In serata – orario italiano – ha avuto luogo anche la prima conversazione tra il premier Giuseppe Conte e Biden. Come ha reso noto la squadra del presidente neo eletto, Biden avrebbe ringraziato Conte per le sue congratulazioni ed espresso il suo impegno a rafforzare le relazioni con l’Italia anche attraverso la Nato e l’Unione europea.

Leggi anche: