Il lockdown soft non basta, Germania pronta a una nuova stretta. Merkel: «I numeri si stanno stabilizzando, ma troppo lentamente»

Limitazioni agli incontri tra persone di nuclei familiari diversi, stop a feste private, nuove regole sull’obbligo di quarantena: le misure sul tavolo del governo. Tensioni con i Länder, che preparano un contro-documento

Limitazioni agli incontri tra persone di nuclei familiari diversi. Stop a feste e cene a casa. Nuove regole sull’obbligo di quarantena. Sono queste alcune delle nuove misure anti-Covid in discussione in Germania. Il Paese è in lockdown soft da due settimane, ma serve un’ulteriore stretta, ha fatto intendere Angela Merkel. La cancelliera oggi ha incontrato i rappresentanti dei Länder, per fare il punto sull’evoluzione della pandemia in Germania. Alla luce del costante aumento dei contagi, il semi-lockdown non potrà essere alleggerito e si prevede, al contrario, una stretta sulle misure, anche se le notizie che arrivano da Berlino parlano di uno scontro duro tra Merkel e Regioni, le quali avrebbero preparato un contro-documento.


Secondo le anticipazioni dell’agenzia Dpa, una bozza delle nuove regole preparata dal governo prevede che i bambini e i giovani siano incoraggiati a incontrare regolarmente un solo amico nel tempo libero. Allo stesso modo, s’invitano i tedeschi a limitare gli incontri privati a quelli con un solo nucleo famigliare diverso da quello di appartenenza. In pubblico si potrebbero incontrare solo i membri della propria famiglia e un massimo di due persone di un’altra famiglia. Le feste private dovrebbero essere vietate completamente fino a Natale.

Previste anche nuove regole sulla quarantena: le persone che presentano sintomi di raffreddore verrebbero immediatamente messe in quarantena a casa. La proposta spinge anche a intensificare le misure di distanziamento sociale nelle scuole. Le mascherine diventerebbero obbligatorie per gli insegnanti e gli alunni di tutte le età nelle strutture scolastiche e durante le lezioni. Per le fasce a rischio, infine, lo Stato è pronto ad accollarsi i costi delle mascherine Ffp2. «I numeri si stanno stabilizzando. Ma troppo lentamente», ha commentato Merkel, esprimendo tutta la personale preoccupazione per gli sviluppi della pandemia in Germania.

Leggi anche: