Sondaggio Pagnoncelli, Conte e governo calano di 10 punti in due mesi. Meloni in testa alla classifica dei leader, M5s scivola al quinto posto

La leader di Fratelli d’Italia sorpassa anche il ministro della Salute Roberto Speranza. Appaiati Luigi di Maio e Silvio Berlusconi al 25%. I pentastellati perdono invece quasi 1 punto in un mese

Sono pessimismo e incertezza a caratterizzare la percezione degli italiani di questa seconda ondata di Coronavirus. La difficile crisi economica che si è allargata a sempre più categorie a causa delle nuove chiusure, ha portato a un calo della fiducia nell’operato del Governo Conte che da settembre – secondo il sondaggio di Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera – ha perso 10 punti percentuali, tre punti nell’ultimo mese, finendo al 52%. In calo anche il gradimento sul premier Giuseppe Conte, passato dal 65% di settembre al 55% di novembre.


Il gradimento per i leader delle principali forze politiche vede invece Giorgia Meloni, al 36%, superare il ministro della Salute Roberto Speranza che si ferma al 55%. Al testo posto il segretario della Lega, Matteo Salvini, in crescita di due punti percentuali, davanti a un Nicola Zingaretti stabile a 29. È invece un testa a testa quello tra Luigi di Maio e Silvio Berlusconi che risultano appaiati al 25%.

Sulle intenzioni di voto è la Lega ancora a guidare le preferenze degli italiani con il 25,5%, un dato in aumento dell’1%. Segue poi il Pd con il 20,6%, e Fratelli d’Italia al 15,5% che scavalca il M5S. I pentastellati hanno visto nell’ultimo mese un calo dello 0,9%. Mentre Forza Italia consolida il suo 8%, ma non guadagna punti nonostante l’apertura di Berlusconi al dialogo con la maggioranza nel voto sullo scostamento di bilancio.

Leggi anche: