Trovato l’accordo europeo sul clima: taglio delle emissioni del 55% entro il 2030

di Giada Ferraglioni

Sarà un decennio impegnativo sul fronte della lotta al cambiamento climatico: l’obiettivo finale è tagliare del tutto le emissioni entro il 2050

Una notte in bianco per trovare l’intesa sul clima. Che alla fine è arrivata. Dopo ore di discussioni, il Consiglio europeo ha trovato un accordo sul testo che regolamenta la lotta ai cambiamenti climatici. L’obiettivo dichiarato per il prossimo decennio è di tagliare le emissioni del 55%. Quello del 2030 è uno dei traguardi più impegnativi del Green Deal europeo, firmato lo scorso anno, e nel suo cammino verso il 2050 – quando bisognerà raggiungere quota 0 emissioni. A dare la notizia dell’accordo è stato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, su Twitter. «L’Europa è a capo della lotta contro i cambiamenti climatici. Abbiamo deciso di tagliare le emissioni di almeno il 55% entro il 2030», ha scritto.



«Ottimo modo per festeggiare il primo anniversario del nostro EUGreenDeal!», ha twittato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. «Il Consiglio – ha scritto – ha approvato la nostra ambiziosa proposta per un nuovo obiettivo climatico dell’Ue. L’Europa ridurrà le emissioni di almeno il 55% entro il 2030».

Anche Paolo Gentiloni ha espresso ottimismo per il risultato raggiunto. «L’Europa fa sul serio», ha scritto il commissario su Twitter. «Notte insonne di lavoro, ma altro risultato importantissimo ottenuto», ha twittato invece il ministro agli affari europei Vincenzo Amendola. «Un altro passo decisivo verso la neutralità climatica nel 2050».

Leggi anche:

Foto di copertina: ANSA, Philip Wilson