Migliaia di manifestanti pro-Trump nelle strade di Washington. Chiedono ancora «Four More Years»

di Redazione

La folla è stata sostenuta anche dal Presidente stesso che in un tweet ha ribadito la legittimità della sua campagna per ribaltare l’esito delle elezioni

Non è bastato l’esito delle elezioni. E non è bastata nemmeno la decisione della Corte Suprema di non sostenere l’azione legale promossa dal Texas per ribaltare l’esito del voto. Migliaia di sostenitori di Donald Trump si sono radunati a Washington per chiedere «Four More Years», altri quattro anni alla Casa Bianca per il Presidente che hanno eletto nel 2016. Una manifestazione per cui la polizia si è organizzata anche per evitare gli scontri, visto che proprio davanti alla Casa Bianca era stato organizzato anche un presidio con alcuni manifestanti di Black Lives Matter.


La tensione fra i sostenitori di Trump, armati di bandiere degli Stati Uniti e cappellini rosso-repubblicano, è alta in queste ore proprio perchè la decisione della Corte Suprema sull’azione legale promossa dal Texas ha messo fine a tutta la campagna di ricorsi sostenuta dal Presidente appena dopo la fine del voto. Nella giornata di oggi la folla di Washington è stata sostenuta dallo stesso Trump che in un tweet (puntalmente segnalato dal social network) ha scritto:

La Corte Suprema non aveva NESSUN interesse a occuparsi della più grande frode elettorale mai perpetrata negli Stati Uniti d’America. Tutto ciò a cui erano interessati era “stare in piedi”, il che rende molto difficile per il Presidente sottoporre un ricorso. 75.000.000 di voti!.

Leggi anche:

Redazione