Coronavirus. La «denuncia» dell’avvocato Polacco contro il Comune di Bugliano, che non esiste – Video

Dopo La Nuova Padania e il circolo renziano, così come molti altri, ci casca anche l’avvocato seguito dai NoVax e complottisti della Covid19

Come mai le persone cascano in una bufala o ne creano una involontariamente? Possiamo parlare di «bias di conferma», o «pregiudizio di conferma», un fenomeno che porta le persone a cercare o interpretare delle prove favorevoli alle proprie convinzioni. Questa è una descrizione molto semplice, ma possiamo osservare un esempio nel caso dell’ennesima vittima dell’inesistente «Comune di Bugliano» inciampata nell’inganno auto indotto.

Sostenere che «tutti sanno che il Comune di Bugliano non esiste» è una «fake news». C’era cascata di recente La Nuova Padania e il Comitato Massa Marittima per Renzi lo ha imparato «a proprie spese». Questa volta è successo ad un avvocato seguito dagli ambienti NoVax e dei teorici del complotto della Covid19. La nuova «vittima» dell’inesistente Comune di Bugliano è l’avvocato Edoardo Polacco che il 21 dicembre 2020 annuncia una diretta su Facebook per parlare dell’articolo 14 della Costituzione «Il domicilio è inviolabile».

La diretta c’è stata, ma non si trova nella sua pagina rispetto a quelle passate. Come spesso accade, gli interventi di questo genere vengono scaricati e condivisi dai fan per diffonderli ulteriormente ed evitare una fantomatica «censura del regime». Il video è stato dunque scaricato e pubblicato al di fuori della pagina, come ad esempio dal canale Youtube di Pipia News, permettendo a chiunque di controllare a cosa si riferiva l’avvocato e dunque che cosa lo aveva spinto ad annunciare la diretta:

Il documento in questione è quello del fantomatico Comune di Bugliano (ripetiamo, inesistente e «creato» sui social a scopo satirico) in cui leggiamo:

Città di Bugliano
Provincia di Pisa

CONTROLLI NELLE CASE
Il 25,26, 31 dicembre e 1 gennaio

Si informa la cittadinanza che l’agente della Polizia Municipale effettuera’ dei controlli anti-assembramenti nelle abitazioni private nei giorni di festività.

Per evitare discussioni e perdite di tempo si raccomanda di avere sotto mano l’autocertificazione per i parenti ospiti e documento di identità di tutti i presenti.

Buon Natale

L’immagine stampata nel video dell’avvocato Polacco è il post Facebook del fantomatico Comune. Nella sua pagina ufficiale dove nelle informazioni si legge chiaramente «Il Comune di Bugliano non esiste: è una pagina satirica».

L’avvocato Polacco, nel suo intervento video, afferma quanto segue:

Adesso, cari amici, vi voglio far vedere… guardate, vi stiamo per far vedere un documento che non è scandaloso, è un documento illegale! Ed essendo stato promulgato da un ufficiale di Governo è un documento criminale! Mi assumo le responsabilità di quello che sto dicendo, informo colui che lo ha promulgato e informo tutti i cittadini di questo Comune, che adesso vi farò vedere, che domani scriveremo al Prefetto chiedendo l’immediata destituzione di un sindaco! Scriviamo al Prefetto chiedendo l’immediata destituzione di un sindaco! Ecco il documento che vi facciamo vedere, scandaloso, illegale, illegittimo, eccolo qui!

Dopo aver letto il contenuto del «documento» afferma:

No! Non so se stiamo scherzando, io non so se abbia mai avuto la possibilità di studiare questo sindaco. Caro sindaco, le comunichiamo che ai sensi dell’articolo 14 della Costituzione il domicilio è inviolabile! Le comunichiamo a lei e al suo vigile, a cui scriveremo domani, che se qualcuno proverà a ispezionare la casa di un qualsiasi cittadino sarà passibile ai sensi dell’articolo 614 e dell’articolo 115 del codice penale con una reclusione fino a cinque anni, cinque anni di detenzione! Cinque anni! Amici cari di questo Comune, non sappiamo se ci state ascoltando, ma chiunque abbia a conoscenza ricordiamo città di Bugliano, provincia di Pisa, qualsiasi cittadino che voglia denunciare il sindaco per abuso di potere e minacce attraverso l’associazione Io sto con l’avvocato Polacco i nostri legali sono a disposizione per l’assistenza nei confronti di questi cittadini, assistenza giudiziaria. Nessuno si può permettere di entrare nelle abitazioni private! È un diritto costituzionale! È un diritto costituzionale!

L’avvocato successivamente afferma di aver trovato il «comunicato» su Facebook e conclude sperando che «sia solo una fake». La risposta del fantomatico sindaco di Bugliano, sempre satirica, non è mancata: «Il nostro paziente sindaco dott. Fabio Buggiani desidera far sapere all’.avv. Polacco che a Bugliano facciamo quello che ci pare. Ci vediamo in tribunale!».

Da sapere:

Leggi anche: