Coronavirus in Veneto, 2.076 nuovi positivi e 101 morti in 24 ore. Zaia: «Dal 15 gennaio tamponi rapidi nel bollettino nazionale» – Il video

di Redazione

Il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia tocca quota 293.795, quello dei decessi arriva a 7.785. Il governatore: «I vaccini di Moderna esclusivamente agli over 80»

In Veneto si contano 2.076 nuovi positivi al Coronavirus e 101 morti nelle ultime 24 ore. L’incidenza dei casi comunicata dalla Regione nel bollettino del 14 gennaio è del 5,04%. Nel calcolo rientrano sia i tamponi molecolari, sia quelli rapidi (per un totale di 41.197 tamponi effettuati), mentre l’Istituto superiore di sanità finora prende in considerazione solo i primi a livello nazionale. Il totale dei contagiati in Veneto dall’inizio dell’epidemia tocca così quota 293.795, quello dei decessi arriva a 7.785. I ricoverati attuali sono 3.220, di cui 351 in terapia intensiva (-9) e 2.869 in area non critica (-119). Per quanto riguarda invece i vaccini, le dosi somministrate sono 87.147 (il 75% di quelle consegnate alla Regione).


Zaia: «È ora di uniformare i dati»

Presentando i dati, il governatore Luca Zaia ha dichiarato: «Abbiamo avuto una riunione con il governo, che ci ha anticipato i contenuti del nuovo Dpcm. Le chiusure dei confini regionali saranno in vigore fino al 15 febbraio, noi governatori stiamo premendo per fare dei “tagliandi” strada facendo. Poi sarebbe ora di uniformare i dati – ha sottolineato Zaia -. Sembra, da quello che ci hanno detto, che dal 15 di gennaio nel bollettino nazionale ci sarà finalmente la colonna dei tamponi rapidi. Poi bisogna vedere come verrà interpretato il dato».


Le dosi del vaccino Moderna per gli over 80

Il presidente ha detto anche che in Veneto sono arrivate 7.800 dosi del vaccino Moderna, che saranno destinate esclusivamente agli over 80 fuori dalle case di riposo. Tra il personale che lavora negli ospedali della Regione l’adesione alla campagna vaccinale supera il 90%, per quanto riguarda invece i lavoratori nelle case di riposo si aggira attorno all’80%.

Video: Facebook / Luca Zaia

Leggi anche: