Vaccini, somministrate oltre 2,4 milioni di dosi. La Sicilia è la prima regione ad attivare le prenotazioni online

Secondo gli ultimi dati del ministero della Salute è stato utilizzato l’85,8% delle forniture di vaccini presenti su tutto il territorio nazionale. Nella regione governata da Nello Musumeci gli over 80 potranno mettersi in lista a partire da lunedì 8 febbraio

Sono 2.487.314 le dosi di vaccino anti-Coronavirus somministrate in tutta Italia ad oggi, sabato 6 febbraio. Secondo i dati forniti dal ministero della Salute, il totale delle persone vaccinate anche con il richiamo è salito a 1.078.035. Il sito web del ministero riporta inoltre un totale di 2.899.935 vaccini distribuiti, dato che non tiene conto dell’arrivo odierno delle fiale di AstraZeneca. Al momento è stato utilizzato l’85,8% delle forniture. La Sicilia sarà la prima regione ad attivare il sistema di prenotazione online predisposto dalla struttura commissariale nazionale e realizzato da Poste Italiane. A partire dalle ore 10 di lunedì 8 febbraio, i cittadini dell’isola con più di 80 anni – compresi tutti gli appartenenti alla classe 1941 – potranno accedere al form prenotazioni.vaccinicovid.gov.it. Ci si potrà prenotare anche attraverso il sito web della Regione Siciliana, il portale siciliacoronavirus.it e tutti i siti delle Asl regionali.


Il piano di vaccinazione vero e proprio potrebbe partire dal 20 febbraio, con un target di circa 320 mila persone. Oltre che tramite la piattaforma online, in Sicilia sarà possibile prenotarsi anche attraverso un call center dedicato, telefonando al numero verde 800.009.966 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). «Con la vaccinazione dei siciliani fino alla classe 1941», ha commentato il governatore Nello Musumeci, «inizia una nuova fase della stagione di contrasto al Coronavirus. E siamo particolarmente orgogliosi di essere i primi in Italia in questo servizio».

Matteo Del Fante, amministratore delegato di Poste Italiane, ha dichiarato: «Abbiamo messo a disposizione le competenze e le strutture logistiche e informatiche dell’azienda per contribuire alla realizzazione di una campagna vaccinale senza precedenti. La vaccinazione, quando sarà aperta a tutti coloro che ne faranno richiesta dopo la prima fase dedicata alle categorie protette, potrà essere prenotata oltre che online e tramite call center, direttamente all’Atm Postamat inserendo la propria tessera sanitaria, o attraverso i palmari in dotazione ai portalettere».

Leggi anche: