Altro pasticcio nella sanità lombarda, la Asl convoca oggi gli over 80 all’hub di Codogno per i vaccini: ma è chiuso

Gli anziani convocati per la vaccinazioni, principalmente over 80, sono stati poi portati in ospedale per ricevere la dose

Dopo il caos a Cremona, i disservizi sul fronte delle vaccinazioni anti-Covid sono arrivati anche a Codogno. Protagonista del “disguido”, questa volta, l’Asst di Lodi e non Aria Lombardia, la società regionale al centro delle polemiche dei giorni scorsi. L’azienda sanitaria territoriale lodigiana, stando a quanto riportato da Agi, ha erroneamente comunicato ad Aria la data di convocazione per la vaccinazione di un centinaio di over 80, fissandola per il 23 marzo presso l’hub vaccinale cittadino, il Palasport di Codogno. Ma quando i cittadini si sono presentati in mattinata presso il luogo indicato per ricevere il vaccino, l’hanno trovato chiuso.


Da qui è emerso l’errore: l’Asst di Lodi aveva comunicato ad Aria Lombardia la data sbagliata per la vaccinazione (che sarebbe dovuta avvenire domani, 24 marzo), e per effetto domino, la società lombarda che gestisce le prenotazioni, ha inoltrato ai vari cittadini una data errata di convocazione. La situazione è tuttavia parzialmente rientrata grazie all’intervento della Protezione civile su sollecito del sindaco di Codogno, Francesco Passerini, riuscendo così a trasportare le persone rimaste fuori dal Palasport – molte delle quali con difficoltà a muoversi –  in ospedale, permettendo loro di ricevere il vaccino. 

Leggi anche: