Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Kabul, la disperazione è più forte della paura: code all’aeroporto il giorno dopo gli attacchi – Il video

Il rischio di nuovi attacchi è concreto, ma anche oggi una folla di civili afgani ha provato a imbarcarsi su uno dei voli in partenza dal Paese

Lo stato d’allerta è massimo per il rischio di altri attentati, ma all’aeroporto di Kabul sono ancora migliaia le persone che provano ad abbandonare il Paese con i voli della coalizione nonostante il pericolo. In diversi video diffusi online, la folla è ammassata come nei giorni precedenti ai due attentati che hanno insanguinato lo scalo della capitale provocando – secondo la Cbs – almeno 170 morti. Le operazioni di imbarco sono proseguite pur in uno stato di massima allerta. Restano ancora migliaia di persone da imbarcare, oltre ai membri dei corpi diplomatici e logistici occidentali. I governi hanno ribadito che continueranno a esserci imbarchi anche dopo la deadline del 31 agosto.


Leggi anche: